Hai un account Instagram? Sei sempre alla ricerca di un feed perfetto, colorato ma armonioso? Ti impegni per scrivere una descrizione che si sposi bene con la foto? Ami viaggiare e ricercare posti instagrammabili? Allora questa guida sui cinque posti instagrammabili in Italia è quello che fa per te!

posti instagrammabili in Italia

Pronti a scattare foto meravigliose? Ecco 5 posti instagrammabili in Italia

Ormai è così, Instagram non è più quel social (e forse non lo è mai stato) semplice e immediato. La maggior parte delle persone prima di pubblicare una foto fa diversi ragionamenti: posto o non posto? sarà l’orario giusto? metto un filtro? la taglio?. E che descrizione metto? una frase filosofica? Sì dai, ma quale?
Insomma, per chi ci tiene al proprio profilo, Instagram è un vero impegno.

Per aiutarti a rendere il tuo feed più colorato ti propongo una lista di 5 posti instagrammabili in Italia.  Ho scelto queste cinque località perché, essendo molto piccole, saranno probabilmente poco conosciute. In questo modo il tuo feed non sarà monotono con scatti da città mainstream ma unico nel suo genere.
Apriamo l’ombrello, è in arrivo una pioggia di like!


Posti da fotografare in Piemonte


  • Legro, Novara – Piemonte

Partiamo dal nord d’Italia, precisamente dal Piemonte. Ci troviamo nella frazione di Legro nel comune di Orta San Giulio in provincia di Novara. Sì, stiamo parlando esattamente di una frazione di circa 400 abitanti tanto piccola quanto particolare.
Personalmente ho scoperto questa frazione per caso. Ero sul Lago D’Orta e digitando su Google “cosa vedere al Lago D’Orta” i classici risultati consigliavano Orta, Omegna, Pella, Isola di San Giulio ma di Legro neanche l’ombra.

Solamente grazie a una guida turistica datami nel posto in cui alloggiavo ho potuto scoprire quello che viene definito il paese dipinto a cielo aperto, così piccolo che su Google Maps viene segnato addirittura come una via ma di una particolarità unica che doveva per forza essere vista.
Nonostante la segnalazione di Google in realità Legro è molto più grande di una via, nonostante resti visitabile comodamente a piedi in una mattinata.
L’ho visitato in un giorno di pioggia e questo non ha aiutato molto, ma il grigiore della giornata è stato subito spento dal fascino dei murales che si possono trovare sulle facciate di ogni casa.

Dal 1998 Legro fa parte del circuito nazionale de “I paesi dipinti” che raggruppa in tutta Italia oltre 200 località con i muri affrescati. In questo caso i murales si ispirano a celebri film con un focus su quelli girati sulle sponde del lago d’Orta. Ecco perché viene anche chiamato Il cinema messo al Muro, scene di film raccontati, anzi dipinti, dalla mano di artisti nazionali e internazionali e anche dagli studenti di alcuni licei.
Ma non solo cinema, alcuni murales sono ispirati anche alle opere di Gianni Rodari che nasce proprio sulle sponde dal lago d’Orta, ad Omegna.

Sicuramente possono nascere degli scatti particolari per dare al tuo feed un tocco cinematografico.

posti instagrammabili in Italia
Murales di Legro dedicato al film “Pane, Amore e Gelosia”
  • Dozza, Bologna – Emilia Romagna

Il nostro percorso procede verso l’Emilia Romagna, precisamente a Dozza, comune in provincia di Bologna, che conta oltre 6mila abitanti.

Il borgo medievale di Dozza diventa il paese dei murales a partire dagli anni ’60 quando viene organizzata per la prima volta la Biennale del Muro Dipinto , che si svolge tutt’ora ogni due anni. Quattro giornate nel mese di Settembre in cui artisti nazionali e internazionali eseguono opere permanenti sui muri delle case, e questo permette di avere dipinti sempre nuovi da ammirare in città.

Passo dopo passo ci si può immergere in più di 100 dipinti tra muri, portoni e finestre. Uno dei murales più famosi, e sicuramente il più instagrammabile, è quello del francobollo: salendo sul muretto davanti potete scattare una foto dove proprio voi sarete i protagonisti del francobollo, come se foste al suo interno.
Il murales nasce proprio per invitare allo scatto fotografico e idealmente spedire la cartolina per far scoprire Dozza a più persone possibili.
La destinazione della vostra cartolina? Instagram!

post instagrammabili in Italia
Murales francobollo – Dozza

5 applicazioni per modificare le foto da smartphone


  • Aielli, Aquila – Abruzzo

Scendiamo in Abruzzo, precisamente ad Aielli, il borgo dei murales. Un museo a cielo aperto chiamato Borgo Universo, dove puoi trovare coloratissimi murales di famosi street artists di tutto il mondo. Alcuni di questi murales sono a tema letterario: La Costituzione Italiana, la Divina Commedia e il libro Fontamara di Ignazio Silone, testo simbolo della rinascita del luogo.

Nel periodo di Luglio e Agosto il museo si colora sempre di nuovi murales durante il Festival Borgo Universo. Visitare Aielli proprio in quei giorni ti permetterà di vivere a pieno la magia dei suoi vicoli e innamorarsi di ogni angolo colorato e suggestivo.

Sicuramente Aielli rientra nei posti instagrammabili in Italia da visitare. Ecco qualche scatto da cui prendere spunto direttamente dal profilo Instagram di VisitAielli.

  • Casamassima, Bari – Puglia

Lasciamoci alle spalle la grande quantità di murales del Nord e voliamo al Sud verso Casamassima, il paese azzurro. Il nome viene coniato dal pittore Vittorio Viviani in riferimento alle abitazioni azzurre che caratterizzano il centro abitato del Borgo.

Secondo la tradizione popolare tutto nasce nel XVII secolo, in cui la peste portata a Bari dai marinai raggiunge anche Casamassima. I cittadini si chiudono in casa pregando di essere risparmiati. Ed effettivamente così fu, un miracolo. Allora il duca Michele Vaaz fa riverniciare tutte le case con la calce viva per igienizzare e disinfettare, e sceglie il colore azzurro come il manto della Madonna.
Un’altra leggenda invece si lega al bucato: si dice infatti che le donne aggiungevano nell’acqua del bucato una polvere azzurra per evitare che i vestiti si ingiallissero. Quell’acqua veniva poi usata per lavare le pareti o mescolata per riverniciarle.

Qualsiasi sia la vera storia che porta alla nascita di questo colore, la conseguenza rimane sempre lo stupore che ci pervade quando l’azzurro del cielo si incontra con l’azzurro delle case lasciando una sensazione di pace e serenità.

https://www.instagram.com/p/CQD2FchMAaH/
  • Parrini, Palermo – Sicilia

Concludiamo il nostro tour alla ricerca dei posti instagrammabili in Italia volando in Sicilia, a Borgo Parrini.  
Siete mai stati a Barcellona? Se la risposta è sì non potete non notare la grande somiglia tra la città e Borgo Parrini: il borgo infatti attira tantissimi turisti grazie al suo stile ispirato all’artista Antoni Gaudì.

Le sue origini risalgono agli inizi del 1600, quando i Padri Gesuiti del Noviziato di Palermo acquistarono dei terreni (e da qui Parrini, preti in siciliano) ma, quando i Gesuiti persero le proprietà dei terreni, il paese viene abbandonato.

Il borgo viene recuperato solamente negli anni ’70 grazie all’impegno di alcuni cittadini tra cui Giuseppe Gaglio, artista imprenditore e ideatore di tutto questo. Stanco di vedere il suo borgo dimenticato da tutti, Gaglio ha deciso di farlo rinascere, ispirandosi all’architettura di Gaudì.
Non solo casette colorate ma anche mosaici e maioliche che accendono Parrini in un’esplosione di colori e sui cui muri puoi trovare anche citazioni di poeti e scrittori come Frida Khalo, Gandhi e Mandela.

Una bella e giusta intuizione che rende oggi Borgo Parrini un luogo perfetto da inserire nel proprio feed instagram!


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Altre mete colorate e instagrammabili

L’Italia è piena di luoghi suggestivi e colorati da visitare. Tra i più conosciuti mi vengono in mente Le Cinque Terre in Liguria, ma anche Procida e Burano. Conosci altri luoghi da segnalarci e qualche scatto da condividere? Lascia un commento.