Le 5 pasticcerie storiche di Torino per un caffè

La nostra città, oltre ad essere definita “La piccola Parigi”, è anche detta “Il salotto europeo”. Oggi vi elencherò le 5 pasticcerie storiche di Torino per un caffè che rafforzano il detto.

Dall’invenzione del tramezzino a quella dello chantilly come pasticcino, il capoluogo sabaudo è pioniere del buon gusto.

1. Gerla: storia di una grande pasticceria

Per oggi dite addio alla dieta e ai buoni propositi dell’anno nuovo, invece prendete appunti e preparate le papille.
La prima, de le 5 pasticcerie storiche di Torino, è Gerla, la sede “ufficiale” di Corso Vittorio.

E’ dal 1927 che allieta i palati torinesi, riesce a soddisfare tutte le esigenze con: i croissant per la colazione, i cioccolatini per il post caffè, creme per la merenda e torte per un’occasione importante. Il segreto nascosto dalle scale, della sede di Corso Vittorio, è un‘Orangerie di altri tempi. Un ristorante dal sapore francese con una serra che racchiude i profumi del mediterraneo e regala un’atmosfera magica.

La vera chicca è l’angolo pasticceria che si trova alla porta accanto. Entrando verrete inondati da profumo di cioccolato e i vostri occhi si riempiranno dei colori dei macaron esposti in vetrina accanto ai mignon.

L’indirizzo è proprio qui:


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


2. Platti: una pasticceria storica a Torino

Da Platti il caffè viene servito con un cucchiaino di panna a parte. Che se non ci fosse quel cucchiaino, uno mica lo desidererebbe o gli verrebbe da chiederlo. Però in quel momento c’è. E ti sembra di non poterne fare a meno anche quando sai che potresti.  Sì, potresti vivere senza, ma avere quella coccola basta a migliorare la giornata o risollevare l’umore.

Platti è un’istituzione per i torinesi, un bar storico che ha visto, prendere il caffè, personaggi del calibro di Luigi Einaudi e Cesare Pavese, giusto le prime due persone che mi sono venute in mente.

Annoverata tra le 5 pasticcerie storiche di Torino, soprattutto per la colazione, si il momento perfetto per godersi le piccole chicche che sforna ogni giorno il maestro Luciano Stillitano è quello del primo caffè. I lievitati insieme alla pasticceria mignon sono le vere star del locale.
Elegante e raffinato dal sapore barocco saprà regalarvi un’atmosfera aurea che vi farà sentire re e regine.

3. Caffè Al Bicerin tra le 5 pasticcerie storiche di Torino

Lo sapete no? La bevanda storica e iconica di Torino è nata proprio qui. Un angolino delizioso situato nel cuore del Quadrilatero, Piazza della Consolata. Aperto dal 1793 e locale preferito del Conte Cavour ha visto nascere il famoso Bicerin, la tipica bevanda calda torinese a base di caffè, cioccolato caldo fuso e crema di latte. Se gli ingredienti li conosciamo, non è altrettanto nota la dosatura di questi: il locale, infatti, custodisce gelosamente la ricetta originale.

Piattini di ceramica su tavoli di marmo accompagneranno il bicchiere vintage che custodisce un dolce segreto. I cucchiai d’argento, le piccole candele e i vasi da antica farmacia faranno da contorno alla vostra pausa golosa.

Per i palati goduriosi sarà possibile accompagnare il Bicerin con alcuni dolci bontà proposte dalla casa: la torta bicerin, i canestrelli piemontesi o, ancora, un piatto misto di dolcetti secchi piemontesi di produzione artigianale.

Non dimenticate di fare un salto alla boutique accanto dove potrete trovare tanti altri prodotti tipici come i torroni alle nocciole di Chivasso, i cremini e gli immancabili gianduiotti.

Si, tranquilli vi dico subito dove si trova:


Hai già letto: 5 locali del Quadrilatero a Torino?


4. Ghigo: dei pasticcini buonissimi a Torino

Alla vigilia di Natale, se sei di Torino, hai per forza addentato la Nuvola di Ghigo, più burro che anima, ma è proprio questo il bello e il buono.

Posizionata proprio all’inizio di Via Po sembra dare il benvenuto a chi vuole entrare nel centro della città, la pasticceria Ghigo è stata rimodernata da poco è sempre pronta a offrire ottimi marron glacè e violette, cioccolato e ovviamente piccola pasticceria curata come un gioiellino.

Nata nel 1870 ha mantenuto la sua funzione originaria di latteria fino gli anni ’50. Una tradizione scolare, tramandata di generazione in generazione, che ancora oggi segue le antiche ricette per la preparazione delle leccornie più gettonate come i croissant. Tra i cavalli di battaglia della storica pasticceria troviamo, infatti, la Nuvola di Ghigo. Un particolare pandoro, che ha la base perfettamente tradizionale. È realizzato con lievito naturale, il quale permette di al dolce di mantenere la sua morbidezza e di emanare il profumino invitante. Quando parlavo di burro non scherzavo perché la superficie viene cosparsa di crema di burro e, subito dopo, viene spolverato di zucchero a velo regalando così l’aspetto candido.


Leggi anche: Iginio Massari a Torino


Ecco dove trovare Ghigo, una delle 5 pasticcerie storiche di Torino più famose:

5. L’ultima tra le 5 pasticcerie storiche di Torino è Baratti e Milano

Torino non era una copia in piccolo di Parigi anche perché, a differenza di questa, non fu città di sommosse, di barricate. È una città che produce eccentrici, solitari, genialoidi e talora tipi geniali, outsider, scrittori e pittori”. Questi sono i personaggi che hanno preso posto da Baratti e Milano, sotto la Galleria Subalpina per gustare la famosa cioccolata calda, fatta a mano densa e calda. Anche qui potrete gustare un ottimo Bicerin, ma anche caffè e cappuccini essendo la miscela arabica una specialità del luogo.

5 pasticcerie storiche di torino

I Maestri di pasticceria hanno reso Baratti e Milano uno dei più antichi e famosi laboratori di pasticceria in Italia. Tra i dolci più richiesti la pasticceria mignon, la Torta Reale, la Barattina, la Torta Baratti e la Torta Gianduiotto.

Così bello da essere scelto per diverse produzioni cinematografiche, ecco com’è l’interno. Composto da specchi, marmi e bronzi, ma anche stucchi e delicati disegni un po’ come prendere il tè con le principesse un po’ viaggio nel tempo.

Non lo sapete ancora? Ecco qui l’indirizzo di Baratti e Milano:

Ancora non capisco perché nessuno abbia deciso di intraprendere un tour per le 5 pasticcerie storiche di Torino, con degustazione della specialità in ognuna. Tanto per la linea non dobbiamo preoccuparci dato che questo tour sarà svolto a piedi. Ma ei, voi non rubatemi l’idea.

Commenta questo post

Margherita Tolosa

Sto frequentando Comunicazione, ICT e media a Torino.Cacciatrice di cose belle, appassionata di shopping e pioniere della parte stravagante. Se vuoi vedere le mie foto cercami su Instagram come: ceunfottutoutenteconquestonome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This