13 Luglio 2024 5:16
acb celiachia - thegiornale.it

Eccoci di nuovo con la nostra rubrica senza glutineOggi parleremo della verdura e dei legumi nell’ABC del celiaco.

Come sanno bene i neo diagnosticati, i primi giorni sono quelli più terrificanti, sopratutto quando bisogna fare la spesa.
Il glutine si trova negli alimenti più impensabili; vi aiuterò a riempire facilmente il carrello di prodotti gluten free!

abc del celiaco- thegiornale.it

Il frigo e la dispensa sono vuoti? Non ci sono verdure e legumi che possano scaldarci dopo una giornata di lavoro o di scuola?
E’ giunto il momento di andare a fare la spesa, ma per un celiaco appena diagnosticato non è facile; nasce così l’ABC del celiaco. Le linee guida di tutti quelli alimenti idonei, a rischio o vietati per noi “sglutinati”. In realtà è utile anche per chi segue da tanto tempo questa dieta, serve per colmare quei piccoli dubbi che si presentato all’improvviso.

abc del celiaco - thegiornale.itLa verdura fresca, soprattutto di stagione è indispensabile nella nostra alimentazione. Il banco di verdura in una gdo o in quello del mercato cittadino è il posto ideale per poterla acquistare; dalle verdure, funghi
Cari amici celiaci, state certi che lì, il glutine non è presente!!

I dubbi sorgono quando si tratta di prodotti confezionati. La verdura essiccata, congelata, surgelata o liofilizzata è idonea se è tale e quale; tra gli ingredienti non deve presentare altro. Quindi quando dovete prendere spinaci, piselli, funghi nel banco frigo o surgelati, potete comprali quasi ad occhi chiusi, dovete solo verificare che effettivamente non vi sia altro che verdura.

Dovete preparare una buonissima insalata di riso ma avete poco tempo? Ovviamente optate per quei condiriso o verdura sottaceto o sott’olio. Bene, sono idone solo se costituiti unicamente da verdure / funghi, acqua sale, olio, aceto, zucchero, anidride solforosa, acido ascorbico, acido citrico, spezie e piante aromatiche.

All’interno dei supermercati spesso troviamo verdure cotte a vapore o lesse. Naturalmente sono idonee anche se addizionate al sale, acido ascorbico e citrico. L’unica attenzione che dovete fare a mio avviso è chiedere se vengono preparate dalla cucina del supermercato, in tal caso se dovessero preparare anche alimenti contenenti glutine sarebbe un prodotto a rischio. Per quanto le norme igieniche all’interno dei supermercati siano rigide non possono garantire la non contaminazione.

abc del celiaco - thegiornale.it

E i legumi? Carrube, ceci, cicerchia, fagioli, fave, lenticchie, lupini, piselli, soia sono idonei sia freschi, surgelati, secchi che e in scatola. In quelli secchi l’unica accortezza è fare la “caccia all’intruso”; può capitare  che nello stabilimento di confezionamento lavorino altro. Nel caso in cui troviate un chicco sospetto, non succede nulla, basta eliminarlo e risciacquare gli altri. Per quanto riguarda quelli in scatola l’importante che sia costituiti unicamente da acqua, sala zucchero, anidride solforosa, acido ascorbico, acido citrico, concentrato di pomodoro. Io ho buona abitudine di risciacquare anche quelli in scatola dopo aver eliminato la loro acqua.

Assolutamente privi di glutine sono i tuberi. Dalla classica patata gialla o rossa, dolce, messicana o la manioca o lo stranissimo topinambur state tranquilli che il nostro nemico non è presente.

ABC del celiaco: verdura e legumi quali sono a rischio?

Ora le cose si complicano un pochino. Durante il periodo invernale minestroni, zuppe, passati di verdure sono piatti ideali. Quando il tempo non gioca a nostro favore ci tocca comprare quelli surgelati o zuppe pronte facili da scaldare a micronde ma questi piatti sono a rischio per noi “celiachini”.

Dunque i vari preparati per il minestrone che compriamo nel reparti surgelati di ogni supermercato è un prodotto che potrebbe non essere idoneo, dunque deve esserci la nostra frase rassicuratrice: “SENZA GLUTINE”. Lo stesso discorso vale anche per le classiche vellutate, le zuppe e le minestre, i mix che contengono legumi e cereali concessi.

Per quel che riguarda le verdure già grigliate che potreste trovare sia nel reparto surgelati o nella corsia dei sottaceti o alimenti sotto’olio dovete prestare attenzione; anche in questo caso la scritta senza glutine o la presenta del prodotto nella “Bibbia del celiaco” – il Prontuario è l’unica certezza per non rischiare da stare male.

Le patate, come abbiamo detto prima sono prive di glutine, ma quelle surgelate prefritte, precotte o confezionate nei sacchetti potrebbero essere a rischio. Magari gli stabilimenti in cui vengono precotte e confezionate non dispongono di una divisione degli spazi, motivo per cui il prodotto potrebbe essere contaminato.
Quindi nei locali, alle feste di compleanno o magari ad un aperitivo con gli amici chiedete sempre la marca e se è presente la dicitura senza glutine. Io spesso e volentieri mi sono sentita dire “si, le patatine fritte sono senza glutine ma le friggiamo nello stesso olio degli stuzzichini impanati. Mi spiace”. Quindi amici, molta attenzione, non diamo per scontato nulla.

 


Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?


 

Il classico purè da mensa è un prodotto a rischio, sia istantaneo che surgelato, anche in questo caso la scritta “SENZA GLUTINE” o la presenza nel prontuario è l’unica sicurezza.

Per i bambini gli Omogeneizzati di verdure sono un prodotto fantastico, ma anche per gli adulti che magari hanno subito qualche operazione e non possono mangiare cose solide. Bene, gli omogenizzati di qualsiasi marca sono a rischio, non vi resta che controllare la ” Bibbia” o farlo a casa!

ABC del celiaco: verdura e legumi quali sono vietati?

Per noi ” sglutinati” sono assolutamente vietati i seguenti cereali: grano, segale, orzo, avena, farro tra i più conosciuti.
La cucina indiana piuttosto che araba ha preso piede anche in Italia, se amate sperimentare nuove culture alimentari dovrete prestare attenzione a questi cereali, che sono assolutamente vietati: Bulgur, couscous, frik, kamut, saitan.

Quindi molta attenzione ai minestroni misti, che potrebbero contenere anche questi cereali.
Sono assolutamente vietati anche  tutti quei piatti di verdure già pronti, magari in pastella o impanati.

Spero che vi sia tutto chiaro e che questo promemoria ABC del celiaco possa in qualche modo avvantaggiarvi nel fare un ottima spesa “GLUTEN FREE”

 


Il senza glutine fa parte della vostra vita quotidiana? Per voi qualche ricetta di stagione assolutamente gluten free!


 

Il prontuario è consultabile sia sull’app Aic che sul sito ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *