Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi.

Abituati ai banchetti luculliani preparati dalle nostre sante mamme, come decidiamo di approcciarci al cibo nel momento in cui, a Pasqua, siamo lasciati liberi di festeggiare lontano da casa?

Torta salata di zucca e formaggio

 

Pasqua: non arriviamo impreparati al pranzo tra amici.

Generazioni di giovani si sono trovati nella condizione di affrontare una spesa di gruppo ed un menu da decidere tutti insieme.

Ricordo bene le discussioni sulla suddivisione dei compiti, sul “cosa deve portare l’uno e l’altro”; così, oggi, a due giorni scarsi dall’ora X, eccoci qui con la mente offuscata da fame e speranze senza un’idea precisa di cosa effettivamente preparare per un buon pranzo di Pasqua.
Sappiamo tutti che per antonomasia Pasquetta è il giorno delle grigliate nei prati o a casa; meteo permettendo, della prima pennichella al sole con la pancia piena.
Proprio per questo non ci soffermeremo sull’argomento in vista di un ipotetico pranzo più complicato.

Ed ecco qui, cosa preparare a Pasqua senza bisogno di essere chef stellati, facendo però bella figura.

Antipasto, primo e secondo? Ricordiamoci l’ABC del cuoco fai da te: deve essere buono e semplice; un pò come quando a scuola si cercava il minimo sforzo per ottenere il massimo risultato.
Per questo motivo se devo consigliare quale compito aggiudicarsi, io vi dico: offritevi di preparare l’antipasto!
Un’ottima idea per aprire le danze potrebbe essere cucinare una torta salata: semplice, indolore e direi anche il piatto che permette maggior creatività.

TORTA SALATA DI ZUCCA

La difficoltà è praticamente sotto zero una volta impostati temperatura e timer del forno!
Prima di tutto bisogna soffriggere la zucca per qualche minuto (regolarsi ad occhio in questi casi funziona, ma per sicurezza restiamo sui 350 grammi) e poi lasciarla raffreddare.
In un recipiente mescolare alla zucca raffreddata, 250 grammi di ricotta, 200 grammi di provola, 20 grammi di parmigiano e due uova.
Dopo questo passaggio, rivestite una teglia di pasta sfoglia (tra teglia e pasta lasciate la carta da forno per evitare incidenti di percorso) e versatevi il composto amalgamato in precedenza.
Mi raccomando il sale!!
Salate la zucca in cottura ed aggiungete qualche pizzico al composto finale.
Potete, in caso vi fosse avanzata pasta sfoglia, tagliarla a listarelle e guarnire la torta a piacimento.
Chiudete con un filo d’olio ed infornate per 25 minuti a 180 gradi (forno ventilato, è meglio!).
Il risultato, vi assicuro, è ottimo.
Tante volte all’ultimo momento mi è capitato di dover inventare un piatto e con questo si va sul sicuro restando, in un certo senso, anche sul sano.
Certo il menù di Pasqua lascia ampia scelta di protagonisti, ogni regione apporta modifiche ma, in caso viveste al nord ed a tutti i costi desideraste onorare la tradizione piemontese, comprate del vitello tonnato e non pensateci più.
A questo proposito vi lascio con una chicca, che potrebbe tornarvi utile in caso gli invitati dovessero chiedervi se la salsa l’avete preparata voi (o voleste cimentarvi voi stessi nella facile impresa).

SALSA VITELLO TONNATO

100 gr maionese
100 gr tonno sott’olio
40 gr di capperi
2 filetti d’acciuga
Succo di mezzo limone
sale, olio, pepe q.b.

Frullate il tonno sgocciolato aggiungendo un cucchiaio abbondante di capperi (lavati dal sale). Amalgamate al composto la maionese, il succo di un limone, le acciughe e qualche cucchiaio di olio.
Il risultato sarà una vellutata crema dal sapore tipicamente piemontese.

ph Misya.info di torta di zucca e ricotta

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This