2 Marzo 2024
Libri in Circolo

3 app per tenere traccia dei libri letti (+ 1 bonus finale)

Vi è mai capitato di comprare un libro che aveva te già? Di non sapere quale scegliere o di pensare avrò il tempo di leggerli tutti? Per rispondere a tutti questi interrogativi ecco alcune app per tenere traccia dei libri letti che possono aiutarti nell’organizzazione.

Leggi tutto: 3 app per tenere traccia dei libri letti (+ 1 bonus finale)
app per tenere traccia dei libri letti

Vi consigliamo 3 app per tenere traccia dei libri letti

  • My Library

L’app My Library , con un buon punteggio di 4.7, si classifica tra le migliori app per tenere traccia dei libri letti, disponibile sia per Android sia per iPhone.

Il suo funzionamento è molto semplice e intuitivo. Puoi aggiungere un libro alla tua libreria virtuale in diversi modi: scannerizzando il codice a barre, inserendo il numero ISBN o cercando manualmente il titolo. Per i più schematici ed organizzati è anche possibile ordinare la propria libreria per titolo, autore, categoria, libri letti, non letti e persino esportare in un file Excel tutti questi dati!


5 libri di Acquario da leggere in spiaggia


  • Goodreads

Come seconda app per tenere traccia dei libri letti vi consiglio Goodreads, che personalmente uso. L’app è disponibile sia per Android sia per iPhone.

Anche in questo caso è possibile aggiungere i libri alla propria libreria inserendo il titolo, l’autore o l’ISBN. È possibile scannerizzare il codice a barre ma anche la copertina per aggiungere subito un libro in elenco. Su Goodreads troviamo tre elenchi: libri letti, libri che sto leggendo, e libri che voglio leggere ma ognuno può creare diverse liste personalizzate, magari dividendo per genere o per autore, oppure una lista dei libri abbandonati. Si possono fissare gli obiettivi di lettura, recensire libri e valutarli con le stelline.

La sua particolarità è che funziona come un social: si possono infatti aggiungere altre persone e vedere le loro attività. Nella home infatti compaiono costanti aggiornamenti quando un nostro contatto aggiunge un nuovo libro alla sua lista, ne termina uno o lo valuta. Infine nell’area “scopri”, proprio come un esplora di Instagram, abbiamo delle liste di libri consigliati suddivise per categorie.

  • Basmo

Basmo – Tracker libri è forse quella più sfidante tra le app per tenere traccia dei libri letti. Con Basmo non solo è possibile fissare il classico obiettivo di lettura, ma anche tenere traccia del tempo di lettura e creare un obiettivo quotidiano in modo che l’azione di leggere diventi un’abitudine giornaliera. Una vera e propria sfida di lettura che stimola a leggere di più.

app per tenere traccia dei libri letti
App Basmo

Dopo aver aggiunto l’obiettivo annuale, l’app ti suggerirà un numero giornaliero di minuti da dedicare ogni giorno alla lettura che ti verrà ricordato tramite notifica. Alla fine di ogni lettura ti verrà anche chiesto come ti senti (con la possibilità di selezionare diversi stati d’animo) e di lasciare le proprie sensazioni e riflessioni in merito a quanto letto.

Inoltre l’app permette anche di prendere appunti: si può scansionare la pagina del libro che si sta leggendo, selezionare un paragrafo e l’app digitalizza il testo che verrà salvato come nota. La versione PRO permette di prendere appunti anche solo parlando.

Bonus finale : carta e penna

Il quarto metodo che voglio consigliarvi per tenere traccia dei libri letti è semplicemente quello della…carta e penna! Forse siete un po’ delusi, ma vi spiego perché resta il metodo migliore.

Da piccola avevo molto quadernini dove appuntavo i libri letti, ma anche film. Mi piaceva assegnare stelline o cuoricini e aggiungere qualche commento a lato. Nessuna idea innovativa certamente, e ora queste app hanno solo reso migliore il processo. Però c’è un però. Non voglio fare la nostalgica e demonizzare la tecnologia, che sicuramente ha migliorato la nostra vita e ancora la migliorerà, mi chiedo solo se sia positivo incasellare in tabelle, tempi e statistiche anche un processo libero come la lettura.



Hai già messo mi piace a TheGiornale?



Riflessioni finali

In questa vita moderna e frenetica tutto è diventato un obiettivo da raggiungere: un atto semplice e piacevole come la lettura è diventato solo un task in più da compiere. Devo dire che l’utilizzo di queste app ha fatto finire anche me in questo loop. Inizialmente l’ho scaricata per tenere a mente l’elenco di libri che volevo leggere, piuttosto che avere mille screen, note sul telefono o fogli volanti. L’app mi permetteva di avere a portata di mano tutti i libri che mi sarebbe piaciuto leggere. Ma poi si entra nel meccanismo di obiettivi, percentuali, confronto con gli altri e le loro letture. E ti senti indietro. Ti senti indietro in quello che è semplicemente un hobby.

Sarà che la mente umana è spinta a raggiungere un risultato per senso di completezza: vedere un barra a metà genera una sensazione quasi di ansia. Sicuramente con il metodo carta e penna non succedeva. Per fortuna sono ritornata nei miei binari e a usare queste app semplicemente come strumento per segnare cosa vorrei leggere senza avere l’ansia di raggiungere un obiettivo (e lo dimostra il fatto che il mio obiettivo 2022 è di 10 libri ma sono ancora a due e mezzo 🙂 ) .

Secondo me la lettura, a meno che non sia per lo studio, non può essere incasellata in un momento deciso da una notifica di un’app. Penso che ci voglia una predisposizione, uno stato d’animo e mentale per cui io decido di prendermi del tempo e leggere un libro. Leggere quando si vuole e non perché si deve.

Tu che ne pensi? Hai usato o usi qualche app per tenere traccia dei libri letti? Ti sono utili? Come ti approcci alla lettura? Noi di TheGiornale aspettiamo la tua opinione.

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This