Armando Testa: tutti i suoi “ismi” in mostra a Torino

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare di Armando Testa, uno dei più famosi pubblicitari italiani di fama internazionale.

A lui si deve la creazione degli spot Lavazza, Sanbitter, Alfa Romeo, solo per citarne alcuni. Torino proprio in questi giorni, e fino al 24 febbraio 2019, sta omaggiando questa grande mente creativa con una mostra: “Tutti gli ismi di Armando Testa“, ospitata a Palazzo Chiablese, all’interno del complesso dei Musei Reali.

 

 

Cosa sono gli “ismi” di Armando Testa

L’intera mostra in onore di Armando Testa è sviluppata su un nucleo di opere principali che raccontano l’evoluzione della storia e del lavoro dell’artista torinese. Abbiamo manifesti pubblicitari, iconografie, fotografie, sculture e quadri. Notiamo dei topoi ricorrenti, come quelli degli animali e delle dita delle mani, insieme ad una sezione dedicata al cibo, a cui Armando Testa si dedicò alla fine degli anni ’60.

 


 

Sta per giungere al termine l’appuntamento più dolce di Torino: CioccolaTò 2018 da non perdere

 


 

Le opere esposte come “ismi” di Armando Testa, sono più di 100 e sono state selezionate da Gemma De Angelis Testa e Gianfranco Maraniello, direttore del Mart di Rovereto. Le opere più interessanti? Sicuramente Caballero e Carmencita di Lavazza (Chi non se li ricorda?) e l’ippopotamo azzurro Hippo.

 

Armando Testa - TheGiornale.it

 

L’obiettivo di questa mostra è quello di celebrare una grande figura dello scenario pubblicitario torinese e non. Armando Testa non faceva solo pubblicità, era un innovatore a 360°, nella sua vita si è dedicato anche alla pittura, al disegno e all’animazione. Ha saputo creare un punto di incontro tra arte e pubblicità.

 

Armando Testa - TheGiornale.it

 

Volete visitare l’esposizione?

  • Quando: dal 25 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019.
  • Dove: Saletta Reale 1, Palazzo Chiablese, Musei Reali, Torino.
  • Costo: 12 euro intero, 7 euro ridotto.

I biglietti per la mostra su Armando Testa possono essere acquistati direttamente alla biglietteria dei Musei Reali, su ticketone o in tutte le rivenditorie autorizzate.

 

Armando Testa - TheGiornale.it

 

“Gli Italiani guarda, sono diversi dagli Americani. Gli Americani ritengono che la pubblicità sia una cosa della natura come le piante, come il tramonto. Noi qui no, è un fatto in più; e poi guarda è una cosa banale, ma noi veramente battiamo duemila anni di storia lì attorno, vicino le brache”.

– Armando Testa –

 


 

Hai già messo mi piace a TheGiornale?

 


 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Valentina Scaiola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *