Preparatevi ad immergervi nel mondo Ferrari, un mondo fatto di emozioni forti, adrenalina e sogni a quattro ruote. Viaggeremo alla scoperta di 10 curiosità sulla Ferrari che forse non conoscete, svelando i segreti che hanno reso questo marchio una leggenda.

Dalle sue origini come scuderia automobilistica al suo status di icona mondiale del lusso, la Ferrari ha percorso una strada lunga e ricca di successi. Dietro il logo del Cavallino Rampante si nasconde una storia appassionante, fatta di innovazione, design, ingegneria e, soprattutto, passione per la velocità.

10 cose da sapere sulla Ferrari - thegiornale

Come nasce il logo della Ferrari?

Il logo si basa sul simbolo del conte Francesco Baracca, un pilota di caccia italiano della Prima Guerra Mondiale.

Nel 1923, Enzo Ferrai vinse il Circuito del Savio a Ravenna. In quell’occasione, conobbe il conte Enrico Baracca e la contessa Paolina Biancoli, genitori del pilota Francesco Baracca, eroe della Prima Guerra Mondiale tragicamente scomparso. La contessa, rimasta vedova in giovane età, era rimasta profondamente colpita dal coraggio e dalla determinazione di Enzo, che le ricordavano molto il figlio scomparso.

Come segno di stima e affetto, la contessa Paolina donò a Enzo il cavallino rampante che Francesco soleva dipingere sulla sua fusoliera. Questo simbolo, emblema di audacia e tenacia, divenne il logo della Scuderia Ferrari, fondata da Enzo nel 1929.

Il legame con Alfa Romeo

La storia della Ferrari è strettamente legata a quella dell’Alfa Romeo. Nel 1929, Enzo Ferrari venne assunto come direttore della squadra corse dell’Alfa Romeo, dove ottenne grandi successi. Tuttavia, nel 1932, Ferrari lasciò l’Alfa Romeo per fondare la sua scuderia, la Scuderia Ferrari, che inizialmente produceva auto per Alfa Romeo. Solo nel 1947 la Ferrari iniziò a produrre le proprie auto con il suo nome.

alfa romeo legame con la ferrari - curiosità sulla ferrari

La possibile fusione con la Ford

Negli anni ’60, la Ford era in trattative per acquisire la Ferrari. L’accordo però non andò in porto per diverse ragioni, tra cui l’incompatibilità culturale tra le due aziende e il veto del governo italiano. Se l’accordo fosse andato a buon fine, la storia dell’industria automobilistica sarebbe stata molto diversa.

Da dove arriva il nome Ferrari?

Inizialmente, Enzo Ferrari voleva chiamare la sua azienda “Auto Avia Modenese”. Il figlio di un suo amico gli suggerì il nome “Ferrari”, che suonava decisamente più accattivante e sportivo.

da dove arriva il nome ferrari curiosità

Qual è stata la prima Ferrari a sfrecciare tra le strade?

La prima auto stradale prodotta dalla Ferrari fu la 250 GT, presentata nel 1953. Questa vettura era dotata di un motore V12 da 3,0 litri e poteva raggiungere una velocità massima di oltre 200 km/h.


Perché tantissime persone scelgono di fare Crossfit?


Alberto Ascari, il pilota simbolo della Ferrari

Alberto Ascari è stato uno dei piloti più iconici della storia della Ferrari. Ascari era un pilota di grande talento e carisma, noto per il suo stile di guida spettacolare e audace. Tra il 1950 e il 1955, Ascari ha vinto due titoli mondiali di Formula 1 con la Ferrari, contribuendo a consolidare il prestigio del marchio nel mondo delle corse automobilistiche.

Ascari è una leggenda della Ferrari e della Formula 1, detiene infatti i seguenti record:

  • Maggior numero di vittorie in una stagione

    6 vittorie su 8 gare nel 1952 (75% di vittorie)

  • Maggior numero di giri veloci consecutivi

    7 giri veloci consecutivi dal Gran Premio del Belgio 1952 al Gran Premio d’Argentina 1953

  • Maggior numero di hat-trick (pole, vittoria e giro veloce) in una stagione

    5 hat-trick nel 1952

  • Maggior numero di Grand Chelem (pole, vittoria, giro veloce e primo giro condotto) in una stagione

    3 Grand Chelem nel 1952

  • Maggior percentuale di vittorie in Ferrari

    48% di vittorie (13 vittorie su 27 gare)

Ascari è stato il primo pilota a vincere due titoli consecutivi con la Ferrari, ed ha ottenuto il 100% dei punti (ovvero, 36 punti) nel 1952, quando il sistema di punteggio era differente rispetto all’attuale.

La Ferrari non è sempre stata di colore rosso

Tra le 10 curiosità sul brand Ferrari non poteva mancare un aneddoto sul colore. Il rosso non è sempre stato il colore associato alla Ferrari. Inizialmente, le auto da corsa della Ferrari erano verniciate in giallo, il colore della città di Modena. Il rosso divenne il colore ufficiale della Ferrari solo negli anni ’50, dopo una serie di vittorie con vetture rosse.

colore giallo ferrari

Un museo dedicato al mito colmo di curiosità sulla Ferrari

A Maranello, in Italia, si trova il Museo Ferrari, un luogo imperdibile per gli appassionati del marchio. Il museo ospita una vasta collezione di auto Ferrari, tra cui modelli storici, prototipi e vetture da corsa. All’interno del Museo Ferrari non vi è solo una mostra di auto, ma un’esperienza immersiva nel mondo del Cavallino Rampante. Al suo interno possiamo rivivere la storia della Ferrari attraverso filmati, fotografie e oggetti d’epoca, oltre ad ammirare da vicino le auto più iconiche e vincenti del marchio. Come direbbe Marc Gené: mai visto questo!

Una macchina da record

La Ferrari è la vettura dei record, ma la prossima curiosità che state per scoprire non è legata ai risultati ottenuti in pista. Infatti, nel 2018, una Ferrari 250 GTO del 1963 è stata venduta all’asta per 70 milioni di dollari, diventando l’auto più costosa mai venduta.

L’ultimo Campionato Mondiale di Formula 1 vinto dalla Ferrari risale al 2007

Sono passati ormai 17 anni dall’ultimo Mondiale vinto dalla Ferrari in Formula 1. Protagonista di quell’edizione fu il pilota finlandese Kimi Räikkönen, al suo primo anno con la scuderia di Maranello.

La stagione fu ricca di colpi di scena e duelli emozionanti. Räikkönen si trovò spesso a lottare per il titolo con il pilota britannico Lewis Hamilton, all’epoca alla sua prima stagione in Formula 1. La tensione era alta e il campionato rimase in bilico fino all’ultima gara, il Gran Premio del Brasile.

cose da sapere sulla ferrari

La vittoria di Räikkönen fu la 15esima per la Ferrari nel Campionato Piloti di Formula 1. Fu anche l’ultimo successo mondiale per la scuderia italiana, che da allora non è più riuscita a conquistare il titolo, pur rimanendo una delle protagoniste più competitive del campionato. La Ferrari vinse anche il Costruttori nel 2007. Un successo che confermò la forza e il prestigio della scuderia di Maranello, nonostante la crescente concorrenza da parte di altri team come McLaren e Red Bull.

Il 2007 rappresenta un anno indimenticabile per i tifosi della Ferrari. Un anno in cui il sogno di gloria si è concretizzato grazie al talento di Kimi Räikkönen e al lavoro di tutta la scuderia. Un’impresa che ancora oggi alimenta la passione e la speranza dei tifosi Ferrari di rivivere presto un trionfo mondiale.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Le curiosità sulla Ferrari non sono finite

Se siete appassionati della Ferrari e volete scoprire altre curiosità legate alla sua storia vi consiglio di approfondire l’argomento attraverso film, podcast e di leggere alcuni libri che parlano della fantastica storia. La storia di Enzo Ferrari è descritta nel nuovo film dal titolo “Ferrari” che trovate su Prime Video. Un podcast che vi consiglio di ascoltare è Storie di Brand, a questo link trovate il racconto legato al marchio e alcune curiosità sulla Ferrari. Un libro molto interessante sulla Ferrari che descrive alcune curiosità è “Dentro la Scuderia – mezzo secolo di vita e lavoro per la Ferrari“, edito da Feltrinelli.

Un consiglio extra, per tutti gli appassionati di F1: se non siete mai andati a vedere un Gran Premio dal vivo, fatelo. Penso sia una dell’esperienze più belle che un appassionato di motori possa vivere. Anche se vedrete vincere un’altra scuderia, tornerete a casa felici (come è successo a me l’anno scorso).

Commenta questo post