5 locali di San Salvario a Torino da provare

Non ve lo devo dire più che Torino è chiamata la piccola Parigi, perché l’ho detto orami svariate volte. Ogni volta, però che metto piede nelle viette che circondano Piazza Madama Cristina il mio pensiero si conferma. Oggi voglio raccontarvi 5 locali di San Salvario a Torino da provare, parola di lupetto.

1. Uagliò, ancora non ci sei stato?

Se, da bravi, mi seguite su Instagram, saprete la mia passione per Uagliò.
Voi avreste mai pensato che una francese e un napoletano potessero farvi re-innamorare della pizza? Io si.
Ho conosciuto Carla e Gennaro il 9 dicembre del 2019, lei una ragazza con tanta esperienza culinaria nonostante la giovane età, lui un giovane ragazzo napoletano con lo spirito imprenditoriale e il cuore da mammà. Hanno scommesso sullo street food partenopeo con la pizza a portafoglio , e hanno vinto.
A distanza di neanche un anno sono entrati nella liste delle top 50 pizze italiane, ascoltatemi quando dico che una cosa è buona.

Questa estate avevano pensato ad un happy hour con mini pizze con tutti i gusti disponibili ed è stata una libidine, ora potete optare per la pizza piegata in quattro come pranzo veloce, come merenda goduriosa o aperitivo abbondante.
Se non siete dei pazzi avrete già avuto modo di incontrarli, altrimenti :“che ci fate ancora qui? Gambe in spalla Uagliò”

Sono gentile e ti lascio l’indirizzo, ma tu non mangiarti tutte le “Mamm’ e Pompei”.

2. Bicierin tra i 5 locali di San salvario a Torino da provare

Tra i 5 locali di San Salvario a Torino da provare sicuramente bisogna inserire la ciclofficina “Bicierin”.
State pedalando per le stradine della città e vi si buca la gomma o esce la catena, incubo di ogni bambino, bene per voi male per la bici, perchè mentre aspettate la riparazione potrete sorseggiare uno spritz o affogare il dispiacere in un piatto di pancakes fumanti.

La ciliegina sulla torta? Potrete incontrare qualche ragazzo pronto ad allietarvi con la sua chitarra oppure perdervi in racconti di viaggi lontani.
Secondo me questo è un posto da non perdere, per la sua particolarità e unicità. Avete presente quei posti in cui entri e chiedi: “Il solito”, ecco qui è così un posto in cui sentirsi a casa, accolti e tramutare il vostro pensiero in qualcosa di più green. La macchina lasciala a casa.

Il sabato poi troverete il brunch con manicaretti fatti per lo più in casa. E l’aperitivo è davvero da non perdere, a partire dai mega-barattoli di spritz che vi arriveranno e dai mega taglieri con tante cose sfiziosissime e preparate al momento.


Leggi anche: come vestirsi ad un brunch


Si si, tranquilli adesso vi dico dove si trova:


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


3. Mollica, non solo un panino

Se hai bazzicato San Salvario devi conoscere per forza Tommaso e Ubaldo. Loro non ti permettono di mangiare un panino semplice, ma uno di quelli esagerati. La cosa che, forse, colpisce di più è l’invito riposto sulla porta: “Vieni, ti presento chi c’è dentro al tuo panino“. Ebbene si, non cosa c’è, l’importante infatti sono i piccoli produttori e le loro delizie.

Abbandonate l’idea del panino veloce “perchè non ho tempo”, qui il tempo dovete trovarlo e gustarlo. Armatevi di pazienza per la scelta di ingrediente prelibati e magari dovrete averne ancora per conoscere la storia del malgaro della Val Susa. Rilassatevi, ponderate e sperimentati i gusti, addentate e godetevi l’abbraccio di due calde fette di pane o perché no della baresina.

Se non siete tipi da panino allora potrete sempre optare per il tagliere dei piccoli produttori, tutte le leccornie che vedrete esposte nella vetrina al banco saranno distese e acconciate, pronte per l’aperitivo. Cosa scegli allora tra prosciutto massaggiato a mano, pancetta toscana arrotolata nel pepe e scapece di melanzane?

Ah sì, vi ricordate quando parlavo “dell’esagerato”? Avete la possibilità di raddoppiare gli ingredienti aggiungendo 2 euro.

Qui le indicazioni per arrivare:

4. Tauer per una dolce pausa tra i 5 locali di San Salvario a Torino da provare

I dolci, non quelli convenzionali, la fanno da padrone tra i 5 locali di San Salvario a Torino da provare. Sì, Alessandra ha deciso di scommettere sulla sua passione e aprire una piccola e accogliente bakery in cui crea le sue magie con farina, uova e colori.

Lei, la mente e il braccio di questo dolce angolo torinese, dopo una avventura londinese decide di tornare nella sua casa sabauda e aprire una bottega delle meraviglie con carta da parati di ispirazione british. Qui troverete universitari intenti a festeggiare con un cupcake l’esame finalmente lasciato alla spalle, business man che cercano le forze nella loro tazza ri-utilizzabile colma di caffè e gruppi di ragazze intente a praticare lo sport del gossip accompagnato da una fetta di cheesecake.

5 locali di San Salvario a Torino da provare

La cosa che personalmente apprezzo di Tauer Bakery? Il frosting non classico e strabordante di burro, ma leggero e digeribile, così ci sarà posto per una seconda delizia, mica vorrai farti sfuggire il mega oreo con caramello?

Le magie non finiscono qui, non sapete a chi rivolgervi per la vostra torta di compleanno vegana? Chiedete a lei, sarà buonissima e bellissima. Non avete voglia di alzarvi dal divano per una tazza di tè con cookies? Alessandra arriva a casa vostra.
Cosa vi devo dire per convincervi? Qui le indicazioni:


Leggi anche: 5 locali del Quadrilatero a Torino da provare


5. Eria, respirare in città

Torino si sa, è una delle città più verdi che si conoscano, ma trovare una terrazza green nel pieno centro di un quartiere cool non è così facile. La muti etnicità anche questa volta ci si palese davanti al naso, Eria ha una vista Sinagoga e viaggiare con la mente non è mai stato così facile.

Dalla caffetteria, alla torteria (per questo l’accento è sulla i, una desinenza che unisce i lati del locale), fino al bistrot. Che sia una pausa caffè o un aperitivo, che qui acquista un sapore magico nelle prime serate primaverili perché il glicine che sovrasta la terrazza si illumina di lampadine, solo loro sanno regalare un’allure magico e spensierato.

Che cosa si può gustare? una vasta scelta di succhi naturali, torte e biscotti sfornati ogni giorno e proposte salate cucinate come a casa. mentre per l’aperitivo vi aspettano grandi taglieri misti.

Dove si trova Eria a San Salvario? Ecco le indicazioni:

Commenta questo post

Margherita Tolosa

Sto frequentando Comunicazione, ICT e media a Torino.Cacciatrice di cose belle, appassionata di shopping e pioniere della parte stravagante. Se vuoi vedere le mie foto cercami su Instagram come: ceunfottutoutenteconquestonome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This