23 Luglio 2024 20:09
BARILLA Playlist Timer

Nonostante abbia alimentato grandi stereotipi su noi italiani, si sa che la pasta è il prodotto Made in Italy più conosciuto a livello mondiale. L’abbiamo cucinata in tutti i modi, ma il tormentone più importante rimarrà sempre: perché è così difficile trovare i tempi di cottura? Bene, da oggi non sarà più un problema perché Barilla ha creato Playlist Timer. Di cosa si tratta?

Le playlist Barilla: il nuovo timer per la cottura della pasta

Barilla ha introdotto otto playlist che compongono Playlist Timer, il progetto in collaborazione con Spotify. Le playlist sono costituite da alcune canzoni, di vario genere, che aiutano a tenere il tempo, aspettando che la pasta sia pronta. La durata è proprio questa: si aggirano tra i 9 e gli 11 minuti, in base al formato, eliminando così il controllo dell’orologio ogni due minuti.
Queste playlist hanno sicuramente uno scopo pratico, ma anche uno più filosofico. La pasta, si sa, scandisce il ritmo dei nostri pasti e delle nostre giornate. Da qui, il ritmo delle canzoni per tenerne il tempo, creando così l’atmosfera allegra e divertente che deve esserci quando si cucina.

Le playlist Barilla: un nuovo modo per cucinare la pasta

Le playlist Barilla: uno sguardo alla comunicazione visiva

Le playlist, come dicevamo, sono otto per il momento e ognuna fa riferimento ad un tipo di pasta. Troviamo quindi, ad esempio, la Timeless Emotion Spaghetti, o la Boom Bap Fusilli. Oltre ai nomi accattivanti, Barilla ha prestato anche particolare attenzione alla comunicazione visiva.
Ogni playlist presenta infatti una copertina disegnata da alcuni artisti di fama internazionale, creando uno stile accattivante e divertente. Questo da sicuramente completezza al progetto, ma permette anche meglio la sua diffusione. Su Instagram sono già state condivise da Barilla per presentarne il progetto, ma anche dai diversi artisti aumentandone la pubblicità.


Leggi anche: le 7 pubblicità più emozionanti di sempre


Il primo formato che vi presento è quello degli spaghetti. Van Orton Design e Carol Rollo hanno creato le copertine di queste due playlist, giocando su colori accesi e forme divertenti, richiamando il ritmo della musica.
Nei commenti degli utenti sotto ai post si vede come qualcuno chiede già un packaging in edizione limitata, riprendendo queste opere d’arte.

Le playlist della nota marca di pasta non sono tutte uguali. Completamente opposto a questo stile, troviamo la copertina dei fusilli di Emiliano Ponzi. Qui viene richiamato il nome della playlist, facendo riferimento al grande potere che hanno il cibo e la musica: generare ricordi.

La reazione degli utenti al progetto Playlist Timer

Queste playlist, come ogni nuova proposta, hanno ricevuto feedback positivi ma anche qualche lamentela. Alcune si sono basate sulla scelta degli artisti delle copertine, in quanto la maggior parte sono uomini.
Si sa che sui social, tutti trovano qualcosa da ridire, ma il commento che più spicca tra tutti è sicuramente quello di Hub 09, l’agenzia che ha fondato il Movimento Grandi Minuti, scrivendo: “E dire che sarebbe bastato scrivere i tempi di cottura più grandi… Pasta la victoria siempre!” strappando un sorriso alla maggior parte dei consumatori.

Sicuramente Barilla ha messo in pratica un’ottima strategia di marketing puntando, come spiega Publicis Italy a:

“Un omaggio pensato per tutti coloro che intendono la cucina come una forma d’arte e di divertimento e che possono così approfittare dei minuti di cottura per ascoltare buona musica, e intrattenersi”


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Ma, diciamocela tutta, la pasta va assaggiata non cronometrata! E voi, cosa ne pensate di questa idea pubblicitaria?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *