Arriva a Torino miscusi: il ristorante della pasta fatta in casa

Amichevole e ospitale in una parola: miscusi. Il ristorante monotematico che ha conquistato il capoluogo lombardo con la sua pasta fresca a prova di nonna, arriverà presto anche a Torino.

Tradizione 100% italiana

Spaghetti alla carbonara, trofie al pesto ligure, rigatoni con crema di noci, casarecce con salmone e zucchine… miscusi ha l’obiettivo di far gustare ai propri clienti piatti semplici in pieno clima mediterraneo.  A ideare questo ristorante, due giovani imprenditori amanti della tradizione italiana: Alberto Cartasegna e Filippo Mottolese. 

Miscusi Torino_thegiornale
Un buon piatto in compagnia da miscusi

La cucina propone deliziosi piatti di pasta artigianali, a partire dalla  trafilatura della pasta fino al piatto servito. All’interno dei cinque ristoranti milanesi è presente un vero e proprio pastificio. Sbirciare i pastai al lavoro e chieder loro curiosità renderà la vostra pausa culinaria ancor più simpatica e interessante. 

Miscusi Torino pastaio_thegiornale
Pastai al lavoro

Miscusi propone farine sfiziose

Gli artigiani della pasta lavorano quattro farine differenti 100% italiane e biologiche. Con la semola di grano duro, vengono cucinate: orecchiette, spaghetti, rigatoni, paccheri e tagliatelle;  con la farina integrale le casareccie e con la farina di farro le ruote. Da miscusi c’è anche posto per gli intolleranti e per i curiosi di novità… con la farina di riso e mais, potrete assaggiare per esempio, sfiziosi rigatoni dal cuore ricco di sugo.


Potrebbe interessarti anche: I musei dogfriendly di Torino


Anche la scarpetta ha un suo perché da miscusi

Alle diverse soluzioni di impasti potrete abbinare a piacimento dieci tipi di condimento sicuramente in linea con le vostre esigenze. Nove sono fissi, uno è la novità della settimana con ingredienti di stagione. 

Miscusi Torino carbonara_thegiornale
Spaghetti alla carbonara: guanciale, uovo e pecorino romano.

Per i sughi, miscusi ha scelto con cura anche l’olio extravergine. L’ EVO utilizzato viene prodotto in Puglia, a Barletta, e contiene una qualità di olive che lo rendono intenso e fruttato.

Miscusi Torino pacchero tri_thegiornale
Paccheri tricolore: pomodoro, burrata, crema di pistacchi e pistacchi.

Per sentire la qualità di questo prodotto e per dare alla scarpetta un suo perché ordinate i paccheri tricolore…pomodoro, burrata e crema di pistacchi stimoleranno sicuramente il vostro ormone della felicità!

Il giusto calore casalingo del vino

“Volevamo una pasta da condividere, come da tradizione mediterranea: un’unica tavolata, tante risate e buon vino.” 

Con questo motto, i pionieri del ristorante dedicato alla pasta hanno scelto con cura anche il vino. Nel paragrafo vi parlerò dei vini della casa che potrete trovare in calici, quartini, caraffe da mezzo litro e litro.  Questi nascono in Veneto su un terreno argilloso; qui i grappoli vengono coltivati con cura e passione dalla famiglia Sutto.

Miscusi Vino-Thegiornale

  • Il rosso ha un sapore delicato e leggero, nasconde eleganti nuance di ribes e lampone e ha lievi sfumature speziate. 
  • Il bianco ha un sapore armonico, le sue note morbide profumano di pompelmo e frutta bianca.

        La gradazione del rosso e del bianco è di 12% Vol.

  • Il prosecco ha un profumo vivace, fruttato e agrumato. Lascia sul palato un sapore di mela, di pera e sfumature floreali. E’ perfetto da gustare con gli antipasti…voi scegliereste: burrata, parmigiana o bruschetta?

La pasta fa cantare musica italiana

Da miscusi a toccare le corde del vostro cuore non sarà solo la pasta accompagnata dal buon vino ma anche la musica: 100% italiana e 100% sana!


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


 

Il giovane team di miscusi ha creato appositamente, per accompagnare le pause pasto, una playlist di musica italiana che è possibile ascoltare anche su spotify. Le hit raccolte vanno dagli anni settanta al contemporaneo.

Miscusi musica-thegiornale

Miscusi a Torino: dove e quando?

Milano conta cinque punti di ristoro miscusi con accoglienti locali, Torino sarà il primo fuori porta. La location sarà Piazza Carlina e il ristorante dedicato alla pasta dovrebbe aprire a marzo. 

Torinesi iniziate quindi a preparare le vostre papille gustative, il piatto che assaggerete sarà tripudio di bontà, passione e benessere!

Miscusi Torino tavolo_thegiornale

 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Laura Lanfranco

Meditativa, empatica e gentile. Laureata in Didattica dell’arte e specializzata alla Lyceum, scuola di Arte Terapia. L’obiettivo del mio lavoro è avvicinare i bambini all’arte, strumento che permette di esprimere le emozioni in modo incondizionato. Unisco spesso l’arte e la didattica alla scrittura, creo per meravigliarmi, rileggermi, rilassarmi e riflettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *