LA BUONA NOTTE di Rab – Per caso

Per caso

Incontrarsi per caso? Pensa che bello.

Mentre sei lì persa a guardare il cellulare, con addosso la voglia di scappare. Con il sorriso che a fatica prova a farsi vedere, te che avresti voglia di fuggire.

Fuori luogo, in ogni posto. Come se ti ci avessero portata, costretta o trascinata con forza.

Per caso, perché il destino non conosce logica, è una scusa geometrica alla quale affidiamo troppo spesso meriti e demeriti. Allora stare a pensare, provare a cercare con lo sguardo qualcuno che sia fuori posto come te, qualcuno che ti possa capire.

Memoria fotografica, le coincidenze sono come il flash di una reflex, ti prendono all’improvviso e tu magari non stavi neppure ridendo. Che se vieni male sei bella lo stesso. Sei una luce nelle notte che brilla di stelle spente, pronte a schiantarsi sulle labbra di uno sconosciuto.

Allora per caso dirsi “ciao”, regalarsi un abbraccio.

E tu prova a chiedermi il cuore, io magari me lo straccio. Lo divido in due, te ne lascio poi un pezzo. Prova a chiedermi il mio nome e mi vedrai arrossire, firma del disagio di chi non si può più nascondere.

Sono le cose migliori, no?

Quelle che arrivano quando meno te l’aspetti, quelle che a sorpresa sbucano fuori, come d’inverno veder sbocciare i fiori. Tipo così, il tuo sorriso.

Allora dovremmo trovare il coraggio di farle capitare più spesso queste sorprese che ci rifila la vita, essere maggiormente predisposti a raccogliere la felicità dove credevamo fosse impossibile trovarla. Dovremmo aiutare questa vita a farci solletico, a metterci davanti un cuore che sia in grado di battere forte quanto il nostro.

Per caso ho un sogno, se vuoi te lo mostro.

Che bello sarebbe poi?

 

LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - per caso

 


 

Hai voglia di andare a dormire con una nuova buona notte? Segui TheGiornale

 


 

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This