16 Luglio 2024 22:36
la buonanotte di rab thegiornale

Succedono cose

Succedono cose, dentro ai tuoi occhi quando li tieni chiusi. Ci sta sta un mondo, nascosto tra le tue labbra e non lo pronunci, lo balbetti tra un respiro e l’altro, metronomo di ogni battito.

Succedono cose, che poi non succedono mai. Si succedono, danno spazio ad altre nuove destinazioni. Ci si perde, poi ci si ritrova davanti allo stesso orizzonte. Le rughe, stampate sulla fronte, si fanno spazio anche loro, lente. Macinano ricordi, e più il tempo passa, e più ste cose te le scordi.

Ci si dimentica, ci hai fatto caso? Ci dimentichiamo come le chiavi, chiusi fuori. Ci scordiamo dove ci siamo messi, in penombra, in corsivo e sottolineato. Siamo gli evidenziatori che non ci hanno mai restituito.

Me le presti? Le cose tue, quelle che ti sono successe. Che ti hanno tenuta sveglia la notte e ancora non sai confidare. Nascoste nel buio, chissà se le riuscirai mai a dire. Perché certe cose sono come le lacrime, le tieni dentro per anni e poi non te ne accorgi, scoppi, escono di botto.

Era solo un petardo, rimasto lì, inesploso, giorni dopo il capodanno.
Era solo una cosa, che ti volevo dire, ma è passato il tempo e me la sono tenuta lì, come le cartoline appese al frigorifero, con lo scotch che cede piano e lentamente le lascia cadere a terra.
Sono foglie, fragili e croccanti, costole che tengono dentro i polmoni, imprigionati in quella protezione. Chissà quanta aria in più potremmo respirare senza quella premura che ti tiene in piedi.

Scheletro.

Aspetta, ma non aspettare che le cose succedano da sole. Temporeggia, come fanno i tram al semaforo rosso. Tentenna, simile a un fiore che asseconda il vento ma non cede alla sua forza.

Succedono cose, perché succedono sempre. E ti faranno male, di un male devastante. Saranno onde che infrangono gli scogli, vanno oltre e spazzano via tutto. Il dolore è un patto che non conosce termini, prima o poi si rompe.
Succedono cose, e ti faranno bene. Ma di un bene che neppure le Goleador possono spiegare. Perché lo sanno tutti, la felicità si misura in Goleador. 10 centesimi alla volta, non bisogna mai pretendere che possa valere di più.

E se non succede nulla?
Staremo a guardare le cose che non succedono e fanno sembrare questa esistenza così piatta, monotona e normale.
Lo faremo nudi sul balcone, a guardare la luna che si mescola al lampione.
Lo faremo forte, andando piano, forte.
Faremo succedere cose.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


la buonanotte di rab thegiornale - succedono cose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *