I summer essential per resistere al caldo in città

Forse, forse ci siamo. Il calore è arrivato (si spera) insieme all’estate. Ecco qui una mini guida per resistere al caldo  in città.

Da adesso possiamo smettere di lamentarci per la pioggia, e iniziare a sospirare per l’afa. Via a piccoli trucchetti per scampare al caldo in città senza aria condizionata.

Come sopravvivere al caldo in città?

Sostituire la metropoli con una scrivania vista mare ancora non si può, ma restare fashion quando il termometro si alza, sì.

È sempre così, dover convivere con l’afa senza poter andare in ufficio troppo svestite è davvero difficile. Per questo abbiamo bisogno di validi alleati, dalla mattina alla sera, un po’ più chic di un ventilatore mignon portatile.

 

Caldo in città - thegiornale.it

 


Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?


 

Allora rinfreschiamoci la memoria sugli escamotage che tutte ben sappiamo, ma che a volte mettiamo nel dimenticatoio.

Gli abiti impalpabili contro la calura

Lasciate nell’armadio jeans e pantaloni. Indossate un vestito leggero o una gonna, anche lunga, magari in lino; queste alternative aiutano sicuramente a patire meno il caldo. Ideali anche t-shirt in cotone e top dalla spallina non troppo sottile. Al bando tutti i tessuti sintetici e ”plasticosi” altrimenti vi sembrerà di portarvi dietro una sauna.

 

Caldo in città - thegiornale.it

 

Sì ai colori chiari

Le tonalità scure, come il nero, attirano il calore. Per questo è bene optare per nuance pastello, oltre al bianco e al beige, due summer must. La parola d’ordine della stagione? Divertirsi combinando tonalità e tessuti, per un risultato all’insegna dell’allegria.

Scarpe? Via libera sandali bassi

Puntate sul comfort delle flat shoes. Oltre a stare più comode eviterete di vedere le caviglie dolenti e gonfie. Da scegliere in base al proprio stile, primeggiano i sandali gioiello.

 

Caldo in città - thegiornale.it

 

Pantaloni palazzo: i migliori alleati

Che sia estate o che sia inverno questi sono un evergreen. Per resistere al caldo in città privilegiate i pantaloni palazzo larghi e comodi, soprattutto sottili. Il tessuto da migliore in questa stagione afosa è il lino, ma anche il cotone. Sicuramente le gonne e i vestitini sono più freschi, ma se preferite avere le gambe coperte e indossare i pantaloni lunghi, meglio appunto questi modelli più confortevoliI pantaloni a campana saranno anche i nostri migliori alleati contro lo sfregamento delle cosce.

 

Caldo in città - thegiornale.it

 

Quali sono i tips per combattere il caldo in città?

 

1. Fate un raccolto

Chi ha i capelli corti può dormire sonni tranquilli. Ma chi ha una chioma lunga e in certi momenti della giornata vorrebbe andare dal parrucchiere per tagliarla, ecco che c’è una soluzione: Un bun alto, una coda o una treccia. Il vostro collo ringrazierà e voi sarete molto cool nonostante il caldo il città.

 

Caldo in città - thegiornale.it

 

2. Portatevi dietro acqua da nebulizzare

Le eau thermale non sono solo anti-irritazioni, ma un valido alleato per rinfrescare la pelle e per idratarla.

3. Evitate il fondotinta

Anche se non siete abbronzatissime abbandonate qualsiasi tipo di make-up pesante sul viso. Sudando la pelle, infatti, non solo fa colare il trucco, ma potrebbe anche irritarsi. Go nude!

4. Mai senza bottiglietta d’acqua

L’idratazione è il segreto N°1 dell’estate. Che voi siate in metro, in tram, in bicicletta, in piedi o sedute in ufficio, non dimenticarla. Aggiungete una fetta di limone, uno spicchio di zenzero fresco e qualche foglietta di menta: ecco il segreto della freschezza.

5. Bevete tante centrifughe, un ghiacciolo o un gelato

Nei giorni più caldi, queste alternative potranno rigenerarvi durante una pausa giornaliera. Vi daranno sollievo, oltre a rinfrescarvi e a regalarvi più vigore.

6. Scovate il chiringuito o le terrazze in città

Sono i luoghi perfetti per prendere un aperitivo a Torino dopo il lavoro, senza stare in un locale con l’aria condizionata accesa. Vi rilasserete, al calare del sole con l’arrivo di una leggera brezza estiva gustando intanto un cocktail, le serate saranno decisamente più cool.

 


 

 Spritz mood: come, dove, quando e perché?

 


 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Margherita Tolosa

Sto frequentando Comunicazione, ICT e media a Torino.Cacciatrice di cose belle, appassionata di shopping e pioniere della parte stravagante. Se vuoi vedere le mie foto cercami su Instagram come: ceunfottutoutenteconquestonome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *