Turin Eye: esplorando Torino dall’alto!

Forse non tutti gli amanti della nostra bellissima città sanno che dal 2012 è possibile visitarla dall’alto, grazie al Turin Eye. Un altro primato per Torino quindi, che aggiunge ai suoi numerosi record anche il fatto di possedere uno dei palloni aerostatici frenati più grandi del mondo.

 

 

Turin Eye - TheGiornale.it

 

L’occhio su Torino

Il Turin Eye Torino infatti, misura ben 36 metri di altezza e si erge fino a 150 metri dal suolo. Circa sei anni fa la società britannica Linstrad fa capolinea a Torino con il suo pallone aerostatico. In passato la stessa fortuna era capitata a città importanti come Parigi, Londra, Berlino e Istanbul.

La biglietteria si trova nel quartiere Borgo Dora, presso il giardino dedicato al Cardinale Michele Pellegrino. A circa dieci minuti a piedi da Piazza Castello quindi, si apre il favoloso mondo di Turin Eye!

 


 

Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?

 


 

Nonostante i torinesi siano abituati agli scorci panoramici dall’alto grazie alla Mole Antonelliana, vi assicuriamo che quest’esperienza risulta essere completamente differente.

Questo perché non solo le altezze sono differenti, anche se di poco, ma anche l’adrenalina che il tour di Turin Eye offre ai suoi passeggeri è fuori dal comune.

 

Turin Eye - TheGiornale.it

 

Turin Eye: qualche utile informazione

Prima di tutto, questa escursione risulta essere priva di pericoli. Grazie ad un grosso cavo d’acciaio saldamente ancorato al terreno il pallone aerostatico si alza gradualmente e in maniera stabile. Il suo principio di funzionamento è inoltre molto sicuro dal momento che non è presente un bruciatore. Al contrario l’innalzamento verso il cielo è mosso da un motore elettrico.

Il suo pallone infatti è riempito di elio, circa 6000 litri, che permette all’aeromobile di salire dolcemente in aria; la stessa discesa al suolo avviene in maniera delicata, grazie allo motore montato al suo interno.

La vista regala scorci mozzafiato della collina torinese: dalla Basilica di Superga, alla Mole Antonelliana, con una finestra sul tipico mercato pittoresco e multietnico di Porta Palazzo. Al mattino poi, le Alpi risultano ancora più visibili, donando ai passeggeri delle immagini da cartolina e permettendo a chi ama la fotografia di immortalare paesaggi fantastici.

Per scoprire gli orari di apertura e i costi dei biglietti del tour, si possono tranquillamente consultare al sito ufficiale del Turin Eye, dove si può anche contattare telefonicamente il personale per informarsi su meteo e tipologie di prenotazione.

Si segnala inoltre, la possibilità di partecipare all’aperitivo in volo: da maggio a ottobre infatti, per i gruppi di 10 persone, sarà disponibile previa prenotazione l’esperienza del sushi a bordo del Turin Eye.

Cosa state aspettando allora a prenotare la vostra visita a bordo del pallone aerostatico di Torino?

 


 

Sei a Torino? Leggi anche “Open House Torino 2018: le case più belle della città“!

 

 


 

 

 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Stefania Grieco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *