Office 365: il pacchetto Microsoft gratis per tutti gli universitari

Ecco come Microsoft ha ideato un modo per avvicinare i giovani al proprio mondo, il pacchetto si chiama Office 365, ed è gratuito per tutti gli studenti e insegnanti.

Office 365 - gratis per gli studenti

Come fare ad avere Office 365 gratis:

Averlo sul vostro pc è facilissimo, basta essere in possesso di un indirizzo mail fornito dall’ateneo o dall’istituto di istruzione di appartenenza – ad esempio pietroantonio.studente@unito.it -, l’età legale per potersi iscrivere ad una offerta online, dunque 13 anni, e avere un accesso internet.

Una volta in possesso di tutti i requisiti basta recarsi al link rilasciato dalla stessa Microsoft e seguire le semplici istruzioni dati per eseguire il procedimento.

La versione Office che comparirà sul vostro personal computer sarà una versione completa e aggiornata, senza limitazione alcuna potrete dunque usufruire della piattaforma e comporre i vostri documenti. Qualora vi venisse indicato che il pacchetto necessita di un aggiornamento non vi verranno chiesti costi aggiuntivi, salvo il caso non dovesse più essere valida la vostra iscrizione presso l’ente di studio indicato precedentemente.

Pacchetto completo Office 365 - gratis per gli studenti e insegnanti

 

Office 365, così Microsoft vuole conquistare il mondo:

Si, deve essere proprio questa l’intenzione che hanno avuto gli ideatori di questo pacchetto. Come detto prima, la versione è completa, quindi tutti coloro che sceglieranno di usufruire di questo servizio avranno per un anno la possibilità di utilizzarlo illimitatamente. Una mossa che ricorda molto le scelte attuate da Spotify e Netflix, che con le loro prove gratuite attirano sempre più utenza nella propria rete.

Una volta terminato il piano di studi l’unico modo per usufruire del pacchetto sarà dunque acquistare il servizio, i file creati precedentemente saranno comunque consultabili, ma non potrete più modificarli.

Insomma, Microsoft evidentemente si era stancata di vedere le molteplici versioni crakkate dei propri prodotti che girano online e con questa mossa sta provando a raddrizzare il colpo.

Sicuramente è una bellissima iniziativa, ma che non è ancora stata troppo sponsorizzata, difatti la maggior parte degli enti e degli studenti non sa di poterne usufruire.

 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Gabriele Schettino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *