23 Luglio 2024 19:24
Come prepararsi al Festival di Sanremo 2022

Il festival della canzone nazional-popolare è alle porte. Si inizia a fare il toto scommesse sul probabile vincitore o vincitrice che strapperà il pass per accedere all’Eurovision Song Contest che si disputerà a Torino.

Il festival di Sanremo è amato e odiato, porta divisioni e scontri tra lo zapping in TV e seguire ogni momento, con la speranza che venga scandita la fatidica frase dirige l’orchestra il Maestro Beppe Vessicchio. Il divano, in quel nano secondo, diviene il coro da stadio per antonomasia.

Beppe Vessicchio Festival della Canzone italiana

Come dobbiamo prepararci mentalmente al Festival di Sanremo?

A parte la parentesi goliardica, il festival di Sanremo, nel corso delle varie edizioni, ha provato a descrivere il contesto sociale nel quale viviamo, a volte riuscendoci, mentre altre è venuto meno a questo ardito e particolare compito. Nonostante ciò, la manifestazione canora ha regalato fuori programma che sono rimasti impressi nella memoria collettiva del popolo italiano: come il classico boicottaggio della kermesse canora o la narrazione delle anteprime condotte da Vincenzo Mollica, storico giornalista e cronista della RAI dalla famosa balconata del Teatro Ariston.

Carlo Conti e Vincenzo Mollica Festival della canzone italiana

Tra un tentativo di boicottaggio e l’altro, ci sono state canzoni che hanno lasciato il segno e hanno fotografato, direttamente o meno, momenti e stralci delle nostre vite. Ci siamo sentiti travolti e coinvolti da un testo di una canzone, da una singolare performance: ricordate “Una vita in vacanza” de Lo Stato Sociale? Orbene, se non la ricordate, andate a cercare su YT la storica ed esilarante esibizione! Inoltre, ci sono state canzoni che hanno raccontato storie emotivamente forti che hanno diviso il paese e l’hanno unito, come nel caso del Signor Tenente di Giorgio Faletti, cantata nel lontano Sanremo 1994. Ci sono state altre i cui testi e significati sono stati compresi diverso tempo dopo come nel caso di Almeno tu nell’universo e Non finisce mica il cielo entrambe di Mia Martini (scritte rispettivamente da Bruno Lauzi e Ivano Fossati).


5 buoni motivi per vedere Penguin Town


Come prepararsi al Festival di Sanremo 2022

Sanremo non è soltanto il festival della canzone o il momento in cui si scatenano i bookmakers a scommettere sul cavallo vincente. La manifestazione ha raccontato momenti particolarmente significativi, ha voluto lanciare una serie di messaggi partendo da inusuali esibizioni. Singolari sono state alcune edizioni i cui errori sono passati alla storia come il caso della famosa conduzione del quartetto ossia i cosiddetti ‘figli di’ nel lontano Sanremo 1989; ricorderete le singolari proteste da parte delle case discografiche, come è accaduto nel lontano Sanremo 2004 ,condotto da Simona Ventura, Maurizio Crozza e Paola Cortellesi. Infatti, la scaletta della serata era stata rimaneggiata all’ultimo minuto e molti momenti erano scanditi da mere improvvisazioni. Sanremo è sinonimo di imprevedibile, non dimenticatelo.

Come prepararsi al Festival di Sanremo 2022

Cosa ci dovremo aspettare dalla 72sima edizione del Festival? Lo scopriremo solo vivendo!



Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *