L'inconsolabile - Thegionale.it

L’inconsolabile, il vero mito di Orfeo

Conoscevo vagamente il mito di Orfeo ed Euridice, poi un giorno – a lezione di musica – ascoltai L’Orfeo di Monteverdi e ne rimasi molto colpito. Andai a casa e cercai su Google il libretto dell’opera. Lo trovai. Trovai anche, (qualche tempo dopo) un brano di Cesare Pavese intitolato L’inconsolabile, una variazione del mito greco. Ecco, oggi posso dire che la versione del poeta piemontese la preferisco di gran lunga all’originale.  Leggi di più a proposito di L’inconsolabile, il vero mito di Orfeo

G.O.B. – il ‘covo’ della musica indipendente

Sono quasi le 17 quando arrivo a Bicchio, zona industriale a pochi passi da Viareggio (LU). Precisamente mi trovo in mezzo a “La Lisca”, così è denominata una piccola area all’interno della quale si trovano depositi, magazzini e rimesse. Proprio una di queste, dal 2015, è diventata un circolo Arci dove quasi ogni sera va in scena la musica indipendente a livello internazionale. Entro e incontro Lorenzo, Alessandro e Nicola. Ci sediamo. Tra poco inizieranno a raccontarmi la storia del G.O.B (Ganz of Bicchio). 

Leggi di più a proposito di G.O.B. – il ‘covo’ della musica indipendente

Case editrici - Thegiornale.it

Case editrici indipendenti: come cercare quella giusta

Sono migliaia i giovani scrittori che inviano i propri lavori alle case editrici senza ricevere alcuna risposta, ma fortunatamente non va sempre così. In Italia, oltre ai grandi editori, esistono moltissime realtà indipendenti che sono alla ricerca continua di nuovi talenti.

Leggi di più a proposito di Case editrici indipendenti: come cercare quella giusta

Le interviste impossibili - Thegiornale.it

Le Interviste Impossibili, la cultura che incontrava la radio

Intorno agli anni settanta, la Rai pensò a quanto sarebbe stato interessante poter intervistare alcuni celebri personaggi del passato. Analizzarli e provocarli per esaltarne le caratteristiche, cercando di svelare qualche lato ancora recondito della loro personalità. L’idea fu messa in pratica e nacque il programma radiofonico: le interviste impossibili. La grande raccolta delle interviste impossibili […]

Paolo Conte - Thegiornale.it

Paolo Conte, Laurea Honoris Causa In Musicologia

“Farà piacere un bel mazzo di rose…” cantava il Sig. Paolo Conte all’inizio di Bartali, brano del 1978 scritto in onore di uno dei più grandi ciclisti italiani, e chissà invece quanto piacere farà a lui ricevere, nell’anno del suo ottantesimo compleanno, la Laurea Honoris Causa in Musicologia. L’avvocato Paolo Conte “Ci sono due Italie. […]

Indecisione - Thegiornale.it

L’indecisione somiglia ad un racconto kafkiano

Vi è mai capitato di rimanere paralizzati di fronte ad una scelta? E quella scelta si sia trasformata in un’ossessione? Quando l’incertezza e l’indecisione vi si ergono davanti, quando il dubbio vi assale e vi ritrovate come sospesi in un’atmosfera kafkiana, costretti tra pareti e soffitti sempre più asfittici, a decidere quale porta prendere per uscirne, sentendovi un po’ come i protagonisti dei romanzi di Franz Kafka, incastrati nelle dinamiche del caso.

Leggi di più a proposito di L’indecisione somiglia ad un racconto kafkiano

L’indie elettronico di Flavien Berger

Cosa ci propone la scena musicale contemporanea francese? Da chi possono prendere spunto i giovani musicisti appassionati di Indie-pop, rock, elettronico? Per me un nome su tutti: Flavien Berger.  Un ottimo esempio: Flavien Berger La musica italiana ha sempre buttato un occhio (o meglio, un orecchio) oltre la siepe dei cugini francesi: dagli anni sessanta […]

George Butler - TheGiornale.it

George Butler, i disegni che raccontano la guerra

Il suo spirito avventuriero lo ha condotto in giro per il mondo. Lungo il suo percorso ha incontrato persone sfollate, macerie e strade disastrate, ha osservato il vero volto della guerra e con penna e acquerello, ne ha dipinto a modo suo i contorni. Ecco la storia di George Butler.

Leggi di più a proposito di George Butler, i disegni che raccontano la guerra

Il Movimento per l’Emancipazione della Poesia invade le città

Era una sera di Giugno quando, sul muro arancione di una casa, vidi affisso un foglio con su scritta una poesia. Nella parte bassa si leggevano tre lettere in rosso: MeP. Così si firmava il Movimento per l’emancipazione della poesia.

L’armata della poesia

Per molti, la poesia è ancora legata (e rilegata) al passato, ad un certo tipo di metrica e di linguaggio; troppo ancorata ai nomi dei grandi autori studiati a scuola. Oggi il componimento in versi sembra non riuscire più a ritagliarsi uno spazio all’interno della nostra società, con i poeti contemporanei che (a volte) non vengono nemmeno considerati tali. Chi però conosce il panorama italiano sa benissimo quanto potenziale ci sia e quanti giovani autori continuino a scrivere (e vendere poco). In più, c’è anche chi sfida la legge e la “volgare società contemporanea” a difesa della poesia.

Leggi di più a proposito di Il Movimento per l’Emancipazione della Poesia invade le città

Sembrava un tranquillo Martedì Sera in Santa Giulia. Il racconto!

Torino. La mano della signora del terzo piano apre la persiana marrone che affaccia su piazza Santa Giulia, dove un ragazzo si sta per sedere su una sedia sotto l’ombrellone di un bar, nel quale ha appena ordinato un Aperol spritz. Nel frattempo, nella cucina di un ristorante , Guido e Lorenzo sudano davanti ai fornelli preparando un antipasto per il signore che, seduto al tavolo vicino alla porta, inganna l’attesa chiacchierando con moglie e figlio. Tutto sembra fermo lì, stabile. Fermo dove lo avevano lasciato tutti il giorno prima, una settimana o un mese fa. Sembrava il solito giorno normale. Sembrava un martedì sera in Santa Giulia.

Un Martedì sera in Santa Giulia di Giugno, le voci di chi ha visto

Sono circa le 16 quando sotto il sole pedalo in bici verso Piazza Santa Giulia, dove ho saputo che ieri sera la polizia antisommossa è entrata in azione travolgendo tavoli, sedie e persone. Per cercare di rispondere alla domanda che si saranno fatti tutti quelli che sono venuti a sapere (o che come me hanno visto le immagini) dell’accaduto, decido di andare ad ascoltare e raccogliere qualche testimonianza.

Una volta sul luogo, incontro Guido e Lorenzo, entrambi cuochi di uno dei ristoranti coinvolti nella vicenda. Chiedo loro cosa hanno visto e quali sono state le loro reazioni.

Leggi di più a proposito di Sembrava un tranquillo Martedì Sera in Santa Giulia. Il racconto!