17 Luglio 2024 16:17
Isole Gili: quale scegliere - TheGiornale

Se state programmando un viaggio in Indonesia e volete aggiungere qualche giorno di puro relax, non perdetevi le Isole Gili. Sono tre piccole isole – Gili Trawangan, Gili Air e Gili Meno – non troppo distanti da Bali, totalmente car-free, ognuna con una propria personalità che la distingue dalle altre. Ecco allora qualche consiglio per decidere quale scegliere e cosa fare alle Isole Gili.

Isole Gili: quale scegliere

Questo arcipelago indonesiano è formato da tre piccole isole – Gili Trawangan, Gili Air e Gili Meno – in cui non è possibile utilizzare mezzi a motore, a meno di non essere residenti (e, anche in questo caso, ci si limita a motorini) e si trova tra le isole di Bali e Lombok.
Nonostante insieme formino un arcipelago, ogni isola ha una propria personalità, delle caratteristiche che la rendono unica rispetto alle altre. C’è quella più festaiola e frizzante, quella romantica e la giusta via di mezzo. Ma, bando alle ciance: scopriamole tutte.

Gili Air - TheGiornale
Credits: @sarazanc

Gili Trawangan: la più festaiola

Gili Trawangan (per gli amici, Gili-T) è l’isola del divertimento. Sia che partiate in solitaria sia che viaggiate con amici, se per voi la vacanza è sinonimo di festa, Gili-T è quella che fa per voi.

Oltre a essere la più grande tra le Isole Gili, (in un paio d’ore a piedi si fa tranquillamente il giro, eh, non stiamo parlando dell’Australia), è la più vivace, ricca di locali e bar a ridosso della spiaggia – anzi, diciamo proprio sulla spiaggia.
Preparatevi per fantastici aperitivi vista tramonto sul mare, seduti su comodi pouf appoggiati alla sabbia, mentre sorseggiate un drink e brindate alla vita (e magari a nuove conoscenze).

Se tra una festa e l’altra volete staccare un attimo dalla movida, vi consiglio una tappa al mercato notturno. È un’esperienza da fare almeno una volta, perché vi farà immergere nella tipica atmosfera del mercato. Poi, se volete anche assaggiare qualcosa, lascio a voi. Io non mi sono fidata (diciamo che, a ben guardare, l’igiene non era la preoccupazione principale).

Ma oltre alle feste c’è di più. Come in tutte e tre le isole, anche Gili Trawangan ha diversi punti snorkeling (soprattutto a nord) da cui è possibile ammirare la barriera corallina e nuotare insieme alle tartarughe. Ve lo assicuro: è davvero semplice avvistarle anche vicino inriva – e passare diversi minuti in loro compagnia.

Gili Trawangan - TheGiornale

Gili Meno: la romanticona

Come in ogni gruppo che si rispetti, anche le Isole Gili hanno la loro sdolcinata. Gili Meno è perfetta per le coppie (anche in viaggio di nozze), con i suoi resort, i bungalow dall’atmosfera esotica e le spiagge di sabbia fine.

Anche Gili Meno è ideale per le immersioni, soprattutto Bounty – un molto sommerso che pullula di vita sottomarina – e il Meno Wall.
E proprio al largo delle sue coste si trova anche uno dei siti più famosi, quello delle statue subacquee (Nest) di Jason deCaires Taylor. Si tratta di 48 statue dalla forma umana collocate qui con l’intento di favorire lo sviluppo di nuovi coralli e pesci.

Gili Meno - TheGiornale

Gili Air: la via di mezzo

Svago e relax in un unico posto. Non troppo festaiola come Gili-T ma nemmeno troppo romantica. Gili Air è la combinazione delle altre due. Offre diversi locali e ristoranti sulla spiaggia da cui ammirare il tramonto, ma anche distese di sabbia su cui rilassarsi.
E, come per le altre Isole Gili, anche qui ci sono diversi punti per fare snorkeling e immersioni, come il Turtle Point, dove nuotare con le tartarughe è all’ordine del giorno.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Isole Gili: consigli utili

Ora che avete conosciuto meglio ogni isola, vi lascio alcuni consigli e vi racconto ciò che ho scoperto qui (e che avrei voluto sapere prima di partire).

  • Vi trovate vicino all’Equatore, quindi il giorno e la notte sono lunghi all’incirca lo stesso numero di ore. Per quanto possa sembrarci strano d’estate, alle 19 c’è già il tramonto, e alle 20 sembra quasi notte. Ma ricordatevi di alzare gli occhi al cielo: vedrete le stelle (e la Via Lattea) nitidamente tutte le sere.
  • Se scegliete di noleggiare le biciclette, tenete presente che alcuni punti delle isole non sono provvisti di una strada asfaltata. E andare in bici sulla sabbia non è proprio la cosa più semplice del mondo.
  • Se volete fare il bagno (e ve lo consiglio, le acque sono cristalline), tenete presente che la bassa marea è veramente bassa. Dalle 15 circa del pomeriggio è praticamente impossibile, in quasi tutti i punti delle isole (almeno a Gili-T e Gili Air), fare il bagno, perché l’acqua si ritira oltre la barriera corallina. E, no, non vorrete rovinare i coralli calpestandoli nel tentativo di entrare.
  • Fate almeno un’escursione tra le isole, prenotate un giro in barca e fatevi guidare dai local. È il modo migliore per godervi al meglio le Isole Gili e dire di averle vissute appieno!
  • Se raggiungete le Isole Gili da Bali in traghetto, tenete presente che la traversata in pieno oceano non è sempre una passeggiata, anzi. All’andata non ho avuto problemi, ma al ritorno, che ho fatto nel pomeriggio, quando tende ad alzarsi il vento, è stata un’esperienza. In questo caso, vi consiglio di scegliere posti all’interno, perché all’esterno può capitare che le onde siano abbastanza alte da lavarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *