14 Luglio 2024 19:35
5 curiosità su kimi Räikkönen bwoah thegiornale

Oggi vi parlo del mio pilota preferito di Formula 1, conosciuto da tutti da come “Iceman”. Vi porterò a scoprire 5 curiosità su Kimi Räikkönen, e sarà un viaggio bellissimo quello che faremo. Un paragrafo dopo l’altro, una chicane dopo l’altra, una storia (strana) piena di record.

1 – Perché Kimi Räikkönen viene chiamato “Iceman”?

Si narra che durante il Gran Premio del Canada del 2005, Räikkönen, impegnato in un’intervista post-gara, si sia rifiutato di bere un energy drink offertagli da uno sponsor. In cambio, prese un ghiacciolo da un bambino dal pubblico. Questo gesto, unito al suo carattere già noto per la freddezza, ha contribuito a consolidare il soprannome “Iceman”.

L’aneddoto del ghiacciolo ha contribuito in parte a questo soprannome. Infatti, “Iceman” è stato coniato da Ron Dennis, ex team principal della McLaren, durante la sua prima stagione con il team nel 2002. Räikkönen è un pilota estremamente preciso e meticoloso. Non commette molti errori e mantiene una traiettoria pulita e calcolata, quasi “chirurgica”. Questa precisione millimetrica ricorda la freddezza del ghiaccio.

Kimi Räikkönen in Ferrari

2 – Kimi Räikkönen: un pilota oltre la Formula 1

Kimi Räikkönen è conosciuto ai più come asso indiscusso della Formula 1, ha dimostrato la sua stoffa di pilota versatile cimentandosi con successo anche in altri contesti automobilistici ben lontani dalle monoposto. Ecco alcune delle sue incursioni in altri mondi a quattro ruote:

Rally Mondiale:

  • 2010-2012: abbandonata temporaneamente la F1, Räikkönen si dedica al Rally con il team ICE1 Racing by Citroën. Pur non ottenendo vittorie, conquista diversi piazzamenti a podio, dimostrando talento e adattamento a un terreno di gara completamente diverso. La sua grinta e tenacia lo portano a conquistare il titolo di “Rallyman of the Year” nel 2011.

NASCAR:

  • 2011: sfida affascinante per Kimi Räikkönen che si cimenta con due gare nella NASCAR Camping World Truck Series e Nationwide Series. Un’esperienza breve ma intensa che gli permette di confrontarsi con un mondo automobilistico completamente differente, con vetture e stili di guida ben distinti.


10 curiosità sulla Ferrari che forse non conosci


3 – Il record di sorpassi al primo giro con l’Alfa Romeo Sauber

Siamo in Portogallo, è il 2021. Kimi parte dalla 16esima posizione in griglia. Su i motori. Bandiera verde. Si spengono le luci. Via.

Räikkönen esegue la partenza perfetta, guadagnando ben 10 posizioni nei primi metri di gara. All’età di 41 anni esegue la magia:

  • Sorpassa ben 7 piloti nelle prime sei curve
  • Effettua una manovra, la più spettacolare, con un sorpasso all’esterno di Charles Leclerc alla curva 4
  • Guida aggressiva ma controllata, che gli permette di evitare incidenti e guadagnare posizioni senza compromettere la sua gara.

Questo record di Räikkönen rimane un momento memorabile nella sua carriera e nella storia della Formula 1, dimostrando ancora una volta la sua abilità e il suo carattere da vero campione. L’impresa gli ha permesso di eguagliare il record di Ayrton Senna, stabilito nel Gran Premio di Gran Bretagna del 1993.

Kimi Räikkönen partenza a portimao 2021 record di sorpassi

Clicca l’immagine per vedere il video della partenza

4 – L’ultimo mondiale piloti vinto da una Ferrari

Il 2007 rappresenta un anno d’oro per Kimi Räikkönen e per la Ferrari. In una stagione ricca di emozioni e colpi di scena, il “Iceman” finlandese conquista il suo primo e unico titolo mondiale di Formula 1 al volante della celebre Rossa di Maranello.

Il suo principale rivale è Lewis Hamilton, giovane talento della McLaren, che lo tallona per tutta la stagione. La lotta per il titolo si protrae fino all’ultima gara, con Räikkönen che si aggiudica il titolo per un solo punto di vantaggio su Hamilton.

La vittoria di Kimi arriva all’ultima gara in Brasile, che gli ha permesso di conquistare il titolo in extremis. Non partiva sicuramente da favorito quell’anno, anzi. Il suo duello con Fernando Alonso, compagno di squadra alla Ferrari, ha animato la stagione con accesi scambi di posizioni in pista. E per chiudere in vero stile “Iceman”, non possiamo dimenticarci della sua celebrazione del titolo, sobria e silenziosa come da sua natura, in contrasto con l’esultanza dei tifosi ferraristi.

Tutta la felicità di Kimi sul podio

5 – “Bwoah”: la leggendaria espressione di Kimi Räikkönen

“Bwoah” è un’espressione onomatopeica resa celebre da Kimi Räikkönen, campione del mondo di Formula 1 nel 2007. Si tratta di un’esclamazione gutturale, quasi un grugnito, che il pilota finlandese utilizza in diverse situazioni, soprattutto durante le interviste.

Ma perché non analizzare la semantica del termine “Bwoah”?

  • Frustrazione o delusione: In alcuni casi, “Bwoah” sembra esprimere frustrazione o delusione di fronte a domande che Räikkönen ritiene banali o fastidiose. Il suo tono può essere percepito come scortese o sarcastico da alcuni, ma per i suoi fan è diventato un modo di comunicare genuino e divertente.
  • Mancanza di interesse: Altre volte, “Bwoah” può essere usato per indicare mancanza di interesse o annoiamento. Räikkönen non è famoso per essere un grande amante delle interviste, e il suo “Bwoah” può essere visto come un modo per esprimere il suo disappunto per doverle affrontare.
  • Risposta generica: In alcuni casi ancora, “Bwoah” può essere semplicemente usato come una risposta generica a domande a cui Räikkönen non ha voglia o non sa rispondere. Il suo tono può essere piatto e disimpegnato, quasi a voler dire “non ho niente di interessante da dire su questo”.

Non importa la durata o la complessità della domanda, la risposta è solo una: Bwoah.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Le curiosità su Kimi Räikkönen non sono finite

Se mi chiedessero perché amo così tanto Kimi Räikkönen forse potrei rispondere come farebbe lui: Bwoah. La verità è che quel 2007 è stato qualcosa di stupendo, inaspettato ed è solo l’apice di una carriera fantastica.

Kimi è l’ultimo pilota finlandese ad aver vinto il titolo mondiale di Formula 1. Ha vinto 21 Gran Premi in Formula 1. È l’unico pilota ad aver corso in Formula 1 per due decenni consecutivi. Uno dei pochi ad aver dimostrato di saper guidare al massimo non solo le auto di Formula 1.

Sarà merito del suo stile, della sua riservatezza, del suo sangue freddo che ti faceva trattenere il respiro ad ogni sorpasso.

Questo è Kimi Räikkönen, uno dei piloti più forti di sempre in Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *