14 Luglio 2024 18:03
Due giorni a Copenaghen in bicicletta | TheGiornale

Per un weekend “toccata e fuga” ho deciso qualche mese fa di prendere un volo aereo per il nord Europa, optando per due giorni a Copenaghen in bicicletta. Non sapevo ancora come organizzare questo tour, partendo con poche idee chiare ma con un’unica certezza: scoprire la città e viverla come una danese.

Due giorni a Copenaghen in bicicletta


Cosa fare a Copenaghen in due giorni?

Dopo aver trascorso due giorni a Copenaghen indimenticabili, ho deciso di condividere con voi una mini guida che potrebbe tornarvi utile nel momento in cui decidiate di visitare la città nella più totale indipendenza, affidandovi al solo desiderio di scoprire una nuova capitale.

Copenaghen in bicicletta

Il primo consiglio è di affittare una bicicletta; Copenaghen è una città che vive per le bici e le piste ciclabili sono delle vere e proprie strade, con regole da rispettare per non rischiare di farsi travolgere dalla massa di gente. Noi abbiamo optato per le Donkey Republic, una società di bike sharing presente in diverse città europee.

Con questa applicazione abbiamo scelto una bici e per un’intera giornata l’abbiamo fatta nostra, bloccandola e riprendendola con l’app ogni volta che volevano, spendendo per 24h circa 13 euro. Con la nostra amata bicicletta abbiamo vagato per la città in luoghi sconosciuti e siamo anche arrivati all’aeroporto direttamente con lei, lasciandola fuori dall’entrata: più comodi di così non si può!


Posti instagrammabili in Italia



Regole da rispettare quando si viaggia in bicicletta a Copenaghen

Se anche voi avete deciso di affidarvi a delle biciclette per andare in giro per la città di Copenaghen, vi sarà di grande aiuto sapere che vi sono delle regole da rispettare.

  • Tenere la destra

I Danesi sono dei pazzi in bicicletta, sembra quasi che facciano a gara per arrivare primi chissà dove. Per questo motivo, se volete godervi un minimo la città, tenete la destra sulla pista ciclabile, lì sarete quasi tranquilli. Non pensate comunque di poter passeggiare ad un ritmo lento: vi tocca pedalare.

  • Alzare la mano per fermarsi

Se siete i primi della fila (cosa che dubito) ed è scattato il semaforo rosso, ricordatevi che dovete avvertire tutta la coda e per questo vi toccherà alzare la mano con il palmo ben in vista. Tutti dietro di voi capiranno che è giunta l’ora di frenare. Ma non solo al semaforo: anche quando dovete improvvisamente bloccarvi, per un qualsiasi motivo, l’alzata di mano è necessaria per evitare tamponamenti e disastri di vario tipo.

  • Usare le mani per indicare la direzione

La mano sarà anche la vostra freccia direzionale e ricordatevi di azionarla tutte le volte che decidete di girare: tutti devono sapere le vostre mosse perché, come vi dicevo sopra, la velocità dei danesi di andare in bici è davvero fuori dal normale e basta una minima distrazione per creare un capitombolo.


Cosa vedere a Madrid in un giorno


Cosa vedere a Copenaghen in due giorni?

Ora che sapete le regole del buon viaggiatore in bicicletta, è arrivato il momento di consigliarvi qualche luogo da non perdere.

  • La biblioteca reale

Tra le più grandi biblioteche del mondo, questo luogo è una chicca per gli amanti della strutture moderne ed impatto. Conosciuta anche come il diamante nero, per via della sua facciata in granito nero lucido, questa biblioteca è un punto d’incontro per tutti i giovani universitari che si ritrovano nelle vecchie sale stile Hogwarts per studiare.

https://www.instagram.com/p/Ccx5i2ot-CQ/

Un mix tra antico e moderno, che convive in un’unica struttura che padroneggia la città.

  • Quartiere di Nyhavn

Il quartiere di Nyhavn è un luogo pittoresco, ricco di ristoranti e pieno di turisti. Non vi consiglio di mangiare o bere in uno dei locali fronte canale per via dei prezzi un po’ troppo alti per i miei gusti, ma passarci con la bicicletta al mattino presto, quando non c’è più nessuno ed i giovani hanno finito di far festa, è uno dei momenti migliori per godersi la magia del luogo.

Quartiere di Nyhavn Copenaghen

I 10 ponti più belli del mondo che forse non conosci


Copenaghen in bici: cose da vedere

  • La Sirenetta

Simbolo di Copenaghen, la statua della Sirenetta è un’altra delle tappe più gettonate della città. Arrivarci in bicicletta è sicuramente un’ottima idea, essendo localizzata un po’ fuori rispetto al centro città e non saprei proprio dirvi come raggiungerla in alternativa se non a piedi. Per me non è stata un granché, ma a tal proposito mi sento di consigliarvi l’altra Sirenetta, quella che nessuno vuole vedere ma che mi ha totalmente incantata.

La Sirenetta Copenaghen

Per trovarla vi basterà uscire dalla biblioteca reale e proprio lì, sola soletta, senza nessun turista a fotografarla, troverete lei, con il suo sguardo penetrante ed alle sue spalle la città.


Alla ricerca delle 10 fontane più belle del mondo


  • Castello di Rosenborg

Premetto che noi non abbiamo visitato il castello, ma consiglio di andarci per visitare il parco intorno, il King’s Garden. Un posto da favola, dove le persone del luogo si ritrovano per fare picnic ed i bambini giocano nel verde rigoglioso. Noi abbiamo avuto la fortuna di vederlo in piena fioritura ed è il momento che più vi consiglio per assaporarne la magia.

Castello di Rosenborg Copenaghen in bicicletta

Altri luoghi da visitare in due giorni a Copenaghen in bicicletta

  • Parco pubblico di Superkilen

Con la bicicletta vi consiglio di spostarvi un po’ più a nord della città, uscendo dal caos del centro per assaporare la vera Copenaghen. Qui non troverete turisti, ma solo gente del posto, entrando a stretto contatto con le abitudini del popolo che vive la città. Questo quartiere è caratterizzato da un parco pubblico davvero originale, creato con lo scopo di celebrare la diversità, peculiarità del quartiere Nørrebro in cui sorge. La chicca di questo luogo è che ogni cosa che troverete al suo interno proviene da una località del mondo, come le panchine del Brasile o i coperchi dei tombini di Zanzibar.

Parco pubblico di Superkilen Copenaghen
  • Christiania

La città libera di Christiana sarà un’altra tappa del vostro viaggio, insolita ma allo stesso tempo affascinante. Non sapevo bene cosa aspettarmi e per alcune dinamiche la mia delusione è stata tanta. Una città dentro alla città, una comunità indipendente ma con qualche piccolo neo. Ma a parte questo, la città è davvero speciale ed unica.

Christiania Copenaghen

Le dimore sono delle vere e proprie opere d’arte, dove ogni abitante ha un proprio stile nel decorarla ed il parco è un luogo di pace e serenità, dove il silenzio è piacevolmente assordante. Il tempo a Christiania sembra non passare mai e passeggiare con la bicicletta vi farà vedere ogni angolo di questo meraviglioso mondo.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Altre cose da fare a Copenaghen

Queste che vi ho elencato sono alcune delle cose che vi consiglio di fare e vedere a Copenaghen in bicicletta, il resto spetta a voi. Non datevi obiettivi o tappe già decise: salite in sella alla vostra bici e fatevi trasportare dal vento fresco di una delle più belle città del nord Europa. Ricordatevi anche di non sottovalutare il percorso dalla città all’aeroporto che vi consiglio di fare sempre in bici: scoverete luoghi incantevoli che costeggiano la spiaggia e paesaggi da cartolina.

Buon Viaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *