Visitare le Cinque Terre: come arrivare e cosa vedere

Inutile nasconderlo, se si vogliono visitare le Cinque Terre è necessario organizzarsi. Vediamo insieme come arrivare e cosa vedere alle Cinque Terre.

Visitare le Cinque Terre: come arrivare

Riomaggiore

Ho sempre pensato alle Cinque Terre come un luogo suggestivo e meraviglioso. Inutile dire che dopo averle visitate il mio pensiero non ha fatto altro che rafforzarsi. Le Cinque Terre sono un’oasi romantica e colorata, staccata dal mondo reale, da visitare almeno una volta nella vita. Ma come arrivare alle Cinque Terre? I più risponderebbero che la scelta giusta è il treno ma sfatiamo il mito che dice che arrivare alle Cinque Terre in macchina è impossibile: è certamente possibile e altrettanto certamente più complesso rispetto al treno, ma si può fare e io mi sento di consigliarlo soprattutto se alloggiate lontano da una delle Cinque Terre.

Se avete deciso di visitare le Cinque Terre raggiungendo la meta in macchina, è bene organizzare il vostro viaggio visitando, nel giorno di arrivo, i paesi che hanno un parcheggio al proprio interno (Monterosso e Riomaggiore) e lasciare gli altri paesi (Vernazza, Corniglia e Manarola) ai giorni successivi. Nei giorni successivi al primo, vi consiglio di lasciare la macchina a Levanto o a La Spezia e prendere il treno delle Cinque Terre per spostarvi (questo perché, benché raggiungere ognuna delle Cinque Terre con la macchina sia possibile, è piuttosto faticoso, e spesso anche vietato – fioccano multe – lasciare la macchina a 3/4 km dal paese).

Vernazza cinque terre
Vernazza

10 posti del sud Italia bellissimi


Visitare le Cinque Terre con la Cinque Terre card

Sia che abbiate scelto di arrivare alle Cinque Terre con la macchina, sia che abbiate scelto il treno, acquistare la Cinque Terre card sarà una cosa che vi troverete a fare. La Cinque Terre card vi darà la possibilità di prendere il treno (con partenza da La Spezia/Levanto) che collega le Cinque Terre tutte le volte che vorrete. In base alla formula che sceglierete (treno oppure treno + sentieri) il prezzo sarà differente ma la card è certamente conveniente se si considera che le corse singole tra i vari paesi costano 4€ e il biglietto ha una durata di 75 minuti.

I sentieri delle Cinque Terre

Se siete dei grandi camminatori, è possibile spostarsi tra le Cinque Terre percorrendo i sentieri che le collegano (alcuni di questi, come ad esempio il Sentiero dell’Amore e quello che collega Corniglia e Manarola, sono al momento non percorribili). A questa pagina è possibile vedere quali siano i sentieri e le varie difficoltà di ognuno. Io ho percorso il sentiero che collega Corniglia – Volastra – Manarola. Se ripenso alla fatica fatta nella prima parte del sentiero (più di un’ora e mezza in salita con una pendenza piuttosto prepotente), quasi mi viene da piangere però, arrivati a metà sentiero, la vista è davvero mozzafiato. Sicuramente bisogna essere ben attrezzati: scarpe da ginnastica (se non da trekking), acqua e cibo. Siate più furbi di me ed evitate di percorrere il sentiero alle 13 di un giorno d’estate.

Corniglia. Vista dal sentiero Corniglia - Volastra - Manarola
Corniglia. Vista dal sentiero Corniglia – Volastra – Manarola

10 posti del centro Italia bellissimi


Cinque Terre: qualche consiglio

Se vi è possibile, visitate le Cinque Terre durante la settimana.

Se avete raggiunto le Cinque Terre in macchina e avete dormito vicino a La Spezia, potete parcheggiare al Park Piazza D’Armi (un’oasi nel deserto visto che è uno dei pochi parcheggi non a pagamento) e raggiungere la stazione a piedi in circa 10 minuti. (Consiglio sul cibo: non cercate la focaccia la domenica perché è tutto chiuso; mangiate il fritto di calamari e gamberi Dai Pescatori).

Monterosso

  • Dove parcheggiare: se arrivate a Monterosso in macchina, potete parcheggiare al Parcheggio Loreto-Terrazza (più vicino al centro storico) o al Parcheggio Fegina (vicino al mare). Il costo di entrambi i parcheggio è di 2,50 € l’ora.
  • Dove mangiare (la focaccia): Il massimo della focaccia, la focaccia al pesto è superlativa, quella alle cipolle anche. Rassegnatevi a spendere un bel po’ (3,70 € la focaccia al pesto).
  • Cosa vedere: il lungo mare; la scalinata che porta all’antico castrum; il piccolo centro storico.

Vernazza

  • Dove mangiare (la focaccia): Battì Battì, la focaccia alle olive lascia senza parole. Anche qui, i costi non sono proprio bassi.
  • Cosa vedere: il porto; la finestra sul mare; Torre Doria; il piccolo centro storico e tutti i vicoli e le scalinate.

Corniglia

Corniglia è il più particolare dei paesi delle Cinque Terre. Dalla stazione, il centro storico è raggiungibile attraverso una navetta (a pagamento) oppure percorrendo una lunga scalinata (scalinata della Lardarina). Piccoli sali-scendi vi accompagneranno nel visitare questo piccolo paesino arroccato sulla montagna. La terrazza sul mare è molto suggestiva.

Manarola

Manarola

Sono arrivata a Manarola dopo circa 3 ore e mezza di sentiero con le gambe che tremavano per la stanchezza ma percorrere Via Belvedere (al tramonto) ha ripagato tutta la fatica fatta. Di Manarola è famoso il Nessun Dorma, un locale che si affaccia sul mare. E’ certamente suggestivo ma altrettanto caro.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Riomaggiore

  • Dove parcheggiare: se arrivate a Riomaggiore in macchina, potete parcheggiare nell’autosilos all’entrata del paese. Il costo del parcheggio è di 2,50 € l’ora.
  • Cosa vedere: il centro storico; il porticciolo; la scalinata che porta all’affaccio sul mare raggiungibile dal porticciolo.

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This