Italia nel segno del 3-0: Svizzera al tappeto con doppio Locatelli e Immobile

Continua a convincere l’Italia, confermando la bella prestazione con la Turchia con un’altrettanta ottima prova. È un’Italia a tinte neroverdi, perché sono Berardi e Locatelli, entrambi compagni di squadra al Sassuolo, a lanciare gli Azzurri al primo posto nel girone e direttamente agli Ottavi, con un gol di Immobile a completare l’opera.

I ragazzi di Mancini giocano bene e di nuovo si divertono, affrontando la partita con serietà ma anche con grande serenità e sfrontatezza. La Svizzera, avversario tutt’altro che mediocre, è al tappeto: all’Olimpico, al 90esimo, è 3-0.

La Svizzera parte forte, l’Italia dice no e tiene in mano la partita: al 45’ è 1-0 azzurro

L’Italia riparte dal bel secondo tempo contro la Turchia, promuovendo l’undici sceso in campo nei secondi 45 minuti della partita inaugurale (fuori Florenzi per infortunio, sulla fascia in difesa parte Di Lorenzo). I ritmi sono subito vivaci, con la Svizzera che cerca di dettare i toni e l’Italia ruba palla e riparte in velocità, sfruttando gli errori avversari. 

Al decimo Immobile ci prova di testa su cross di Spinazzola, ma la palla finisce alta sopra la porta di Sommer: nei minuti successivi l’Italia si mantiene sugli scudi con un pressing alto e un fraseggio che non porta immediatamente a occasioni ghiotte. L’insistenza azzurra spinge soprattutto sulla fascia di Spinazzola, che obbliga il difensore Mbabu a rifugiarsi su calcio d’angolo: proprio da un corner, al 19esimo, arriva il possibile primo gol azzurro con Chiellini. Il difensore della Vecchia Signora cicca di testa, poi sulla mischia in area insacca con un tiro ravvicinato. Gli svizzeri protestano, il VAR annulla per occo di mano. Poco dopo il capitano degli Azzurri è costretto a mollare a metà primo tempo per un fastidio muscolare, lasciando il posto al laziale Acerbi.

Esce Chiellini e l’Italia si riprende il vantaggio: gli Azzurri manovrano veloce e Berardi sulla fascia destra sorprende la difesa elvetica con una discesa che termina con un cross basso in area, raccolto indisturbato da Locatelli, che insacca di piatto dietro Sommer. Insigne ci prova col tiro a giro al 33esimo ma Akanji libera la porta sguarnita, con la Svizzera che prova a ripartire ma è chiusa con scioltezza dai difensori azzurri. Da un cambio gioco errato degli avversari, Insigne recupera palla e serve Spinazzola sulla corsa: il terzino arriva in aria ma appoggia fuori, con poca precisione. Il primo tempo termina senza squilli, se non per un contropiede svizzero su palla persa dagli Azzurri, che però Di Lorenzo disinnesca con tranquillità. 

Serata di grazia per Locatelli: l’Italia vola e ammutolisce gli elvetici

La Svizzera entra in campo per il secondo tempo con un cambio in attacco: il ct Petkovic, ex Lazio, mette in campo Gavranovic per Seferovic, non particolarmente efficace nel creare pericoli a Donnarumma. Gli elvetici ripartono forte con un tiro di Shaqiri che però viene deviato in angolo: sul corner, il centrale Elvedi la prende di testa, ma la palla è innocua e torna in mano al portiere milanista.

La Svizzera ci prova, ma è di nuovo l’Italia a far male: Immobile apre per Berardi, la difesa svizzera respinge l’esterno del Sassuolo che però non demorde. Berardi passa al centro verso Barella, il centrocampista interista dà palla a Locatelli che al 52’ tira secco alla sinistra di Sommer, con la palla che passa tra i centrali Elvedi e Schär e si infila in rete. Serata di grazia per il centrocampista del Sassuolo, che porta gli Azzurri sul 2-0 e stende la Svizzera, che da qui in poi tenta di salvare la partita ma con poca efficacia. 


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Azioni degne di nota, al 63’ Donnarumma, chiamato in causa davvero per la prima volta, chiude due volte su un tiro ravvicinato di Züber, impedendo agli Svizzeri di accorciare. Ripartono poi gli Azzurri con Berardi, che spara alto. Al 70esimo La Svizzera ci prova con Shaqiri, murato dai difensori Azzurri, l’Italia si riversa nell’altra area, dove Immobile conclude due volte fuori per la porta biancorossa. Il secondo tempo fila via senza grandi squilli, con le due squadre che provano qualche affondo senza troppa convinzione, vuoi per il caldo, vuoi per la stanchezza. 

Quando la partita si avvia alla sua chiusura, ecco la ciliegina sulla torta. Toloi, entrato a metà ripresa, recupera palla e la butta in avanti. La sfera arriva a Ciro Immobile che da poco fuori area tira forte verso il palo destro e batte Sommer per la terza volta, nonostante l’estremo difensore elvetico tocchi ma senza riuscire a bloccare il pallone. L’attaccante della Lazio ci ha preso gusto, trovando finalmente la tanto cercata continuità anche con la maglia della Nazionale. 

L’Italia vince 3 a 0 contro la Svizzera e si qualifica agli Ottavi di Euro2020

L’Italia chiude la partita con la qualificazione agli Ottavi in tasca. Ultimo verdetto da stabilire per gli Azzurri, il posto in classifica dopo la sfida del Galles di domenica 20 giugno all’Olimpico: il grosso è già fatto. Mancini porta l’Italia a 10 vittorie di fila e 29 partite utili consecutivi: numeri impressionanti, che ci candidano come una delle – forse inaspettate – protagoniste di questo Europeo. 

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This