Cosa vedere a Novara in un giorno: visite a dolci e monumenti

La città di Novara ha una notevole importanza storica. Fu fondata attorno all’anno 89 a.C. e divenne successivamente un importante municipium situato tra Vercelli e Milano.
La particolare pianta a strade perpendicolari risale, invece, all’epoca romana ed è visibile ancora oggi.

Uscendo dalla stazione ferroviaria, prendere l’uscita pedonale verso piazza Cavour, dove inizia il vero centro della città.

Cosa vedere a Novara in un giorno: una cupola per basilica

La Basilica di San Gaudenzio

Prima tappa di questo itinerario, assolutamente, la Basilica di San Gaudenzio.
Percorrendo piazza Cavour, potete girare in via Gaudenzio Ferrari e vi troverete presto alla Cupola.
La Basilica, più comunemente chiamata Cupola di San Gaudenzio, è il monumento simbolo di Novara. Costruita da Alessandro Antonelli si erge per ben 121 m proprio nel centro della città.
La Basilica è un luogo di culto cattolico dedicato appunto a San Gaudenzio. Originariamente, c’era un semplice tempietto votivo sito in un’altra zona della città, in seguito distrutto dagli spagnoli di Carlo V.
Dopo la peste del 1576, si decise di costruire la basilica nel punto più alto di Novara. La chiesa venne consacrata poi nel 1590, 13 anni dopo che era stata posata la prima pietra.

La Basilica ha libero accesso, mentre la cupola apre solo un paio di volte all’anno o in caso di particolari avvenimenti.


Green Pea a Torino: lo shopping sostenibile si può fare


Dopo la visita alla Chiesa, proseguite verso le vie centrali, qui troverete dei negozietti molto carini per fare i vostri acquisti.
Consiglio di proseguire per corso Italia fino ad arrivare alla Barriera Albertina, una costruzione di metà Ottocento in stile Neoclassico. Si tratta di due strutture perfettamente identiche ideate per la riscossione del dazio e per ospitare il servizio di guardia.

Da qui consiglio di fare una passeggiata sotto gli alberi del parco fino ad arrivare al retro del Castello. Le prime notizie sul Castello novarese si hanno a partire dal 1272. Durante i secoli, molte furono le funzioni del castello: difesa, carcere militare, quartiere residenziale; oggi ospita soprattutto mostre ed eventi.

Uscite dal Castello dalla parte anteriore, cioè lato città, in questo modo vi ritroverete in piazza Martiri e potrete ammirare anche il teatro Coccia, il teatro storico novarese.
Per il pranzo, consiglio di provare il Bistrot di Cannavacciuolo, con una bellissima vista sulla piazza, ma se preferite invece una pizza consiglio A’ Marechiaro.

Cosa vedere a Novara in un giorno: il Duomo e il Broletto

Terminato il pranzo proseguite la vostra visita per la via parallela a corso Italia, via Fratelli Rosselli, lungo la quale troverete il Duomo.
Del Duomo dovete vedere sicuramente anche il Capitolo e il Battistero.
La Chiesa Cattedrale è la Chiesa Madre della Diocesi di Novara ed è dedicata a Santa Maria Assunta.

Proseguite la vostra visita al Broletto.
Il Broletto è un complesso monumentale che, insieme alla Galleria Giannoni, costituisce la parte di storia medievale della città. E’ costituito da Palazzo Arengario, dall’architettura medievale e risalente quindi ai secoli XIII-XIV; da Palazzo del Podestà, subito riconoscibile grazie alle sue finestre ad arco acuto decorate da importanti cornici di terracotta di fine XIV secolo; dal Palazzetto dei Paratici e da Palazzo della Refenderia.
Il Broletto è un punto di riferimento per la città, perché un tempo, era proprio qui che si svolgeva la vita pubblica.

Se si è fatta ora di merenda, consiglio di recarvi nella pasticceria Castoldi, in via Prina 8. La cioccolata calda è una delizia.
Se invece preferite aspettare le 17.30, consiglio l’aperitivo al Caffé Borsa.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


Cosa vedere a Novara in un giorno: concludere in dolcezza

Per concludere la vostra giornata di cammino, ritornando verso la stazione, consiglio di fermarsi per qualche acquisto gustoso da Camporelli. Un negozio storico di prodotto dolciari tradizionali tra cui i Biscotti di Novara, simili a quelli che comunemente conosciamo come Pavesini, ma più buoni e più grandi.


Sono tante le cose che si possono vedere a Novara e molte di più sono le curiosità di questa città.

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This