Mascherine belle e originali da indossare tutti i giorni

Non sapendo precisamente per quanto tempo dovremo usarle, meglio provvedere alla ricerca di mascherine belle da indossare con piacere, in modo da poterle alternare alla mascherina chirurgica classica.

Le diverse tipologie di mascherina sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana; perché non trasformarle in un accessorio che dia un tocco in più al nostro look?

Scegli mascherine belle e stilose per completare i tuoi look

mascherine belle e originali

Sia le grandi marche del made in Italy, che i piccoli produttori locali, hanno trovato il modo di mettere in commercio mascherine antivirus fashion, lavabili e riutilizzabili, che sono già di tendenza. Gucci, Fendi e Prada sono solo alcuni dei brand che hanno impiegato una parte dei propri impianti alla produzione di mascherine protettive contro il coronavirus, sia destinate alle strutture medico sanitarie, che per la vendita al pubblico.


Hai già messo mi piace a TheGiornale?


In questa fase 2 ormai inoltrata, dove dobbiamo fare i conti con una nuova vita lavorativa e con il social distancing, le mascherine protettive sono fondamentali (nonché obbligatorie). Ciò che possiamo decidere però, è di individuare quelle che meglio rappresentino il nostro stile e sfoggiarle a seconda degli outfit. Io per prima non amo utilizzare unicamente la mascherina chirurgica; è anche bello poterne indossare una variopinta di tanto in tanto.

Avete già scovato online qualche mascherina bella da comprare?

@yuliaakachan

Il web è la piattaforma perfetta per trarre spunti interessanti su come comprare mascherine belle personalizzate. Ci sono molti account Instagram che in queste settimane spingono in primo piano la creazione di mascherine antivirus creative e colorate. Ma, a questo proposito, bisogna tenere presente un dato fondamentale: la maggior parte di quelle griffate, non sono dispositivi ad uso medico, bensì mascherine facciali in tessuto riutilizzabile; una sorta di indumento protettivo delle vie respiratorie ad uso civile.

È importante che queste queste mascherine protettive abbiano subìto il trattamento antibatterico BFE, siano repellenti, munite di elastici e ferretto, nonché riutilizzabili con lavaggio e stiratura a bassa temperatura. Nello specifico, la stiratura permette di riattivarne l’effetto antigoccia.

Il boom delle mascherine personalizzate

mascherine personalizzate

Tolta la gamma di persona che, portato del tessuto riutilizzabile alla sarta, si sono fatti cucire qualche mascherina antivirus fatta a mano, molte aziende hanno pensato di trasformare questa necessità in un micro investimento pubblicitario. Sono infatti in costante aumento le attività commerciali che hanno richiesto alle tessiture di fornirgli mascherine personalizzate con logo aziendale o altre caratteristiche specifiche.


Conosci i 5 virus più letali della storia?


In questo modo, sia che vengano usate per strada, al supermercato, o come cover delle mascherine obbligatorie durante il lavoro, utilizzare mascherine belle sarà anche un ottimo modo per aumentare la propria visibilità.

Hai provato a creare qualche mascherina fai da te?

C’è un modo per confezionare mascherine belle anche a casa. Preparate un taccuino per gli appunti, vi sto per elencare tutto l’occorrente. Molti penseranno che per realizzarle sia necessaria la macchina da cucire. Certo non guasterebbe; ma dal momento che non so usarla, voglio mostrarvi come cavarvela con ago e filo.

Cosa serve per creare una mascherina antivirus fatta in casa?

Aprite l’armadio, perlustrate la soffitta. Son sicura che in casa avete qualche tessuto simpatico per confezionare una bella mascherina lavabile. Bisogna trovarne uno abbastanza fitto da trattenere le gocce di saliva, ma anche traspirante per riuscire a respirare. Siete pronti per questo art attack?

  • stoffa colorata (42×20 cm)
  • elastici o spago (lunghi circa 20 cm)
  • ferro da stiro
  • ago e filo

Descrivere i procedimenti però non è facile. Io mi sono affidata a numerosi video tutorial per creare mascherine belle e semplici. Quello che posso dirvi è che, sovrapposti i lembi del tessuto e ricreate le pieghe utilizzando il ferro da stiro, la parte da cucire sarà una vera passeggiata.

Come potete venere nel video, grazie a questi suggerimenti saprete realizzare una mascherina bella homemade senza problemi. Potrete così sfoggiare un accessorio personalizzato creato da voi, senza bisogno di grandi marche sul viso. Un ultimo accorgimento per come capire se la mascherina funziona? La chiamano “la prova dell’accendino”. Indossate la vostra creazione, accendete la fiamma davanti alla bocca (non troppo vicino, mi raccomando) e soffiate. Se riuscirete a spegnere la fiamma, vorrà dire che la mascherina non funziona. In caso contrario, ottimo lavoro!


Lotta al cambiamento climatico: il 2020 sarà l’anno decisivo?


Commenta questo post

Autore dell'articolo: Federica Testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *