LA BUONANOTTE di Rab – Io resto a casa

Io resto a casa

Io resto a casa, sto a pensarti.
Che tu non lo sai, ma se chiudo gli occhi mi sembra di vederti.
Mentre metti in ordine la stanza, concentrata a mettere in disordine i miei pensieri, anche in lontananza.
Resto a casa, seduto per terra con le cuffie nelle orecchie, scelgo la prossima canzone che ti voglio dedicare.
Con la polvere per terra, ma se ci fossi tu mi ci vorrei sdraiare.
Farti il solletico, morderti le guance, finire a fare l’amore.

Io resto, lo sapevi?
Sono dentro le tue vene, che pensavi?
Mi trovi incastrato tra le tue costole, come la verdura tra i denti.
Come nella canzone dei Pinguini che detestavi.
Sto lì, pronto ad esserci quando ti distrai, quando qualche brutto ricordo verrà a farti paura.
Sono la tua notte fatta di stelle, l’alba più scura.

Io resto a casa, ma ti penso forte.
Spero possa bastare.
E se qualcosa lì fuori ti spaventa, pensa a quella volta che stavi per cadere, sotto non bisogna mai guardare.
Sappi che sarò lì, ti vengo a salvare.

Anche se ti sembrerà di non poterlo sopportare.
Tu ascolta questo silenzio, ci troverai dentro le mie parole.
Te le metto lì, queste poesie, queste rime che ora non puoi leggere.

Io resto, come fai tu dentro le poesie.
Tu che sei, la più dolce tra le follie.


Segui le poesie di Rab su Instagram


LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - io resto a casa

Hai voglia di andare a dormire con una nuova buona notte? Segui TheGiornale


Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This