Crema “Pan di Stelle”: ovvero essere golosi.

Da Gennaio, in tutti i supermercati italiani, è in vendita la nuova crema Barilla al gusto biscotto Pan di Stelle. Abbiamo trovato una sfidante alla Nutella, regina mondiale delle creme spalmabili? Scopriamolo insieme!

“Biscotto Pan di Stelle”

Prendi i Pan di Stelle e mettili in un barattolo.

Sarebbe riduttivo riassumere così il lavoro svolto da Barilla, ma di fatto si è scelto di partire da una base formidabile per creare una crema squisita. Chi non conosce i biscotti Pan di Stelle? Talmente famosi (e gustosi) da essere diventati un brand nel brand (esiste tutto un mondo intorno al “Pan di Stelle“) E dopo il successo di questa estate, con il gelato-biscotto Pan di Stelle, la Barilla ha puntato al colpo grosso per l’inverno: una crema che possa sfidare la Nutella. Premessa: in Italia con i prodotti dolciari e le creme spalmabili in particolare, non ci possiamo certo lamentare . Molti sono i produttori che negli anni hanno lanciato le loro: da grandi realtà dell’industria dolciaria (esempio Novi) alla miriade di piccole pasticcerie presenti sul territorio. E mediamente la qualità è sempre stata alta. Ma ora pare essere arrivata un rivale che si propone di sfidare subito la regina delle creme. Ma quanto sarà buona questa nuova Pan di Stelle?


Amanti dei centri commerciali? Il nuovo superstore Coop giunge a Torino


Pan di Stelle: la prova recensita.

Assaggiando la crema Pan di Stelle possiamo notare subito che il gusto è veramente piacevole, gli ingredienti sono ben bilanciati e il prodotto risulta decisamente valido. La particolarità sta nel sentire insieme alla crema anche il “croccante” tipico del biscotto Pan di Stelle, che dona quel senso di unicità al prodotto. La maggior parte delle spalmabili a cui siamo abituati potrebbe essere definita “liscia” in quanto priva di granellato al proprio interno. Invece la crema Pan di Stelle ha un elemento “crespo” che rimanda subito all’essenza del biscotto da cui deriva. Rispetto alle concorrenti questa la crema risulta diversa anche sotto altri punti di vista: un colore più scuro, un aroma decisamente intenso e una predominanza del cacao sulla nocciola. Per avere conferma empirica di quanto detto, la crema Pan di Stelle è stata provata in diversi modi: a cucchiaio, su fetta di pane, immersa nel caffelatte e nelle crepes. Inutile dire che ha sempre soddisfatto pienamente la nostra golosità. Ma questa spalmabile non è solo una delizia per il palato, c’è molto di più …


Una lista utile per i nostri amici 4 zampe: I musei dogfriendly di Torino


Tutte le altre qualità da conoscere, assolutamente.

La Barilla con questo prodotto, ha deciso non tanto di inseguire la concorrenza nei suoi punti di forza, ma di distinguersi per rendere la sua novità simile ma diversa dalle altre creme. Anche dal punto di vista nutrizionale. Infatti la crema Pan di Stelle è priva di olio di palma e per questo contiene la metà dei grassi saturi rispetto a molte delle sue concorrenti. Importante inoltre ricordare la presenza di nocciole “100% italiane”. Nota di marketing: il retrogusto della crema richiama il biscotto da cui prende origine, creando un collegamento diretto con il mondo/ brand di cui fa parte (magari spingendo i consumatori ad utilizzare altri prodotti “stellati”) Insomma una crema gustosa, nuova, buona e priva di olio di palma. Una concorrente della Nutella ma che invece di copiarla, la avvicina giocando su un terreno diverso. Non vi resta che recarvi nel supermercato più vicino e provarla: noi l’abbiamo fatto e l’abbiamo promossa a pieni voti!


Hai già messo like a TheGiornale?


Commenta questo post

Autore dell'articolo: Giulio Prosperi

Prolisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *