Skincare coreana: i 10 step fondamentali

Avete mai sentito il termine Skincare coreana? Oggi ve ne parlo io.

L’inverno è ormai alle porte, il freddo inizia a farsi sentire e la pelle comincia ad essere a rischio arrossamenti e screpolature. Se rabbrividite al solo pensiero di sentir il viso tirare la Skincare coreana è ciò che fa per voi. Denominata la beauty routine più cool d’Oriente, quella dei nostri amici coreani è una vera e propria rivoluzione. Non a caso le donne di questo popolo sfoggiano una pelle perfetta e invidiabile tutto l’anno.

 

Da dove nasce la Skincare coreana?

Nelle popolazioni asiatiche questo rituale di bellezza viene eseguito da tempi lontanissimi. Per i coreani infatti la cura della pelle è fondamentale. Sia uomini che donne vengono abituati fin da piccoli a trattarla nel migliore dei modi. È un vero e proprio rituale da svolgere quotidianamente, con calma e precisione.

 

skincare coreana - TheGiornale

 

La Skincare coreana prevede 10 passaggi, da ripetere ogni giorno con costanza. Il risultato è una pelle levigata e luminosa. Ovviamente i 10 passaggi possono diventare 7 o 14 a seconda del tipo di pelle, e cambiano in base al momento della giornata (Morning Routine & Night Routine). L’approccio coreano prevede l’applicazione, in progressione, di diversi prodotti cosmetici.

 

I 10 passaggi della Skincare Coreana

 

  • Step 1: Struccante a base oleosa

Il primo passaggio è sicuramente quello dello struccaggio. Per permettere a tutti i nostri prodotti di penetrare in profondità e venire assorbiti dalla pelle bisogna rimuovere il trucco della giornata. Basta prendere 1/2 noci di prodotto, meglio ancora se adatto a rimuovere anche il trucco waterproof, e applicarle con un dischetto di cotone su viso e collo. Evitate di sfregare troppo la pelle per non incorrere in fastidiosi arrossamenti.

  • Step 2: Detersione a base d’acqua

Pensavate che fosse finita qua la fase di rimozione del Makeup vero? E invece no; bisogna fare un secondo passaggio. Questa volta è necessario usare un detergente a base acquosa per rimuovere gli ultimi residui di trucco e il detergente oleoso del primo step. Il prodotto che scegliete potrà essere usato da solo, come semplice sapone, oppure accompagnato da una spazzola elettrica per penetrare in profondità.

  • Step 3: Esfoliazione

Questa è la fase più importante nella Skincare coreana. L’eliminazione delle cellule morte assicura il ricambio naturale della pelle del viso e permette ai prodotti successivi di compenetrare più a fondo. Occhio ad eseguire questo passaggio solo 2 volte alla settimana per non sollecitare troppo l’epidermide.

 


 

Hai già messo mi piace a TheGiornale?

 


 

Applicate il vostro scrub sulla pelle umida, massaggiate per 30 secondi e poi risciacquate con acqua tiepida. Evitate temperature troppo calde che rischiano di danneggiare le pelli già sensibili.

  • Step 4: Applicazione del tonico

Dopo aver pulito a fondo la pelle si passa all’applicazione del tonico. Questo prodotto è fondamentale per ri-bilanciare il naturale ph della pelle. Le coreane lo applicano vaporizzandolo direttamente sul viso, ma potete farlo anche direttamente con le mani o con un dischetto di cotone.

  • Step 5: Applicazione dell’essence

L’essence (o essenza) è considerata il cuore della Skincare coreana. Per i meno informati si tratta di un prodotto a metà tra un tonico e un siero che prepara la pelle all’arrivo delle “creme” vere e proprie. Aiuta la pelle a reidratarsi e stimola la riparazione cellulare. Si applica con le mani direttamente sul viso, picchiettandolo con i polpastrelli, soprattutto sotto gli occhi e sulle guance.

 

skincare coreana - TheGiornale

 

  • Step 6: Applicazione del siero o booster

Molto usato quando si parla di Skincare coreana, il siero è un prodotto super concentrato, generalmente dalla consistenza piuttosto liquida. In commercio ce ne sono tantissimi e infatti va scelto in base alle esigenze della propria pelle (anti-age, idratante, rimpolpante…). Anche questo è consigliato applicarlo direttamente con le dita.

  • Step 7: La maschera in tessuto

Perché non wash off? Perché la maschera in tessuto è più efficace sulla pelle. Oltre che un’importante fase della skincare, la maschera è vissuta, soprattutto dalle donne orientali, come un momento di relax. Anche qua la scelta è vastissima e va fatta in base al proprio tipo di pelle. L’applicazione è consigliata due volte alla settimana con un tempo di posa di almeno 20 minuti.

  • Step 8: Applicazione del contorno occhi

Arriviamo finalmente alla prima crema vera e propria: il contorno occhi. Da molti sottovalutato, questo prodotto è fondamentale per prevenire le rughe e le fastidiose zampe di gallina. Essendo il contorno oculare una zona molto delicata è importante scegliere un prodotto adatto e non aggressivo. Applicatelo usando gli anulari e arrivando fino alle tempie.

  • Step 9: Applicazione della crema idratante

Siamo quasi giunti al termine della nostra beauty routine. In ogni Skincare che si rispetti non può mancare la crema idratante. Le donne coreane la applicano due volte al giorno: mattina e sera; mentre una volta alla settimana si concedono anche una sleeping mask, ovvero una di quelle maschere in crema da lasciare in posa tutta la notte. Per l’applicazione della crema idratante, da scegliere in base alle vostre esigenze, vi consiglio di fare un mini massaggio al viso, in modo da andare a dormire rilassate e rigenerate.

  • Step 10: Applicazione della crema solare

Ovviamente questo step vale solo per la skincare diurna. Le coreane sono molto attente ad applicare più volte al giorno una crema con spf alto per combattere i raggi uv e prevenire l’invecchiamento della pelle. Da questo dovremmo davvero prendere esempio!

 

skincare coreana - TheGiornale

 

Vi sembra troppo lunga come routine quotidiana?

Ovviamente non tutti i passaggi della Skincare coreana devono per forza essere fatti tutte le sere e le mattine. Maschera e scrub vanno ridotti a due volte alla settimana e lo step 4 in Occidente è quasi impraticabile a causa della rarità del prodotto.

E’ importante anche sottolineare alcune differenze tra le donne caucasiche (o occidentali) e quelle asiatiche: queste ultime infatti per genetica invecchiano più tardi e meglio. Il loro invecchiamento, essendo di tipo muscolare, fa sì che non compaiano righe e linee sul volto, a differenza di quello che accade nelle donne occidentali. In più la pelle delle donne orientali è molto più sensibile ai raggi solari rispetto alla nostra.

E voi cosa ne pensate di questo rituale di bellezza?

 


 

Non è mai troppo tardi per depurarsi. Ecco come disintossicarsi dopo le vacanze estive.

 

 


 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Valentina Scaiola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *