LA BUONA NOTTE di Rab – Voglio farmi male

Voglio farmi male 

Vorrei poter sorridere così forte da arrivare a fregarmene di tutto, voglio farmi male. 

Vorrei tenerti forte, fare male anche un po’ a te, come si fa quando ci si ritrova a fare l’amore. Non voglio stare bene, sembra troppo facile essere felici.

Colgo ogni dannazione, ogni brutto ricordo appeso al muro come foto da guardare, tutte le volte che mi hanno detto che era meglio se lasciavo stare.

Allora lasciatemi stare, io voglio farmi male, vedere di che colore sono le vene che ci uniscono e ci tengono abbracciati nella paura. Voglio incubi e sogni che si tengono per mano, che sorridono della notte e fanno a botte, simili a due innamorati che giocano per strada a farsi i dispetti.

Voglio farmi male, farti guardare tutti i miei difetti, voglio che cominci a baciarmi, voglio che non smetti.

Mettiamoci a correre e vediamo chi si perde per primo, e se sarò stanco prestami il tuo seno, tienimi la testa tra le mani, dimmi che rimani e poi scappa via. Lasciami solo a pensare, restami dentro come fanno le cose che sanno farti stare bene.

Perché tanto ci faremo male, nudi sul balcone. A prendere il freddo, rannicchiati tra le coperte a fumare mentre distruggono le torri gemelle al telegiornale.

E sono già cadute, e siamo già per terra, di nuovo a stare lì, mischiarci e mescolarci.

Fammi male, senza distrarci.

Voglio che mi vieni a prendere senza dirmi dove mi vuoi portare, al cinema a vedere un film che farà cagare. In una passeggiata che non sa finire, dentro ad un tuo bacio che toglie la saliva da dove deve stare.

Voglio farmi male, tipo così, come fanno quelli che s’incontrano nei libri e ti fanno sognare.

 

LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - Voglio farmi male

 


Hai voglia di andare a dormire con una nuova buona notte? Segui TheGiornale

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Rab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *