LA BUONA NOTTE di Rab – Qualcosa di brutto

Qualcosa di brutto

C’è sempre qualcosa di brutto, ci hai fatto caso? Facciamo un sacco di strada per arrivare ad essere felici e poi, sul più bello, ci fermiamo. Paralizzati davanti alle paure, sicuri che qualcosa andrà male, obbligati a credere che ci sarà qualcosa che andrà storto.

Questa è l’unica certezza che accompagna tutte le cose belle che ci capitano nella nostra vita. Quando arriverà quel momento? Quand’è che tutto andrà inevitabilmente a puttane?

Ci ostiniamo così tanto a saperlo, ad aspettare che tutto vada a rotoli, fino al punto che rotoliamo anche noi. Proprio non ce la facciamo a stare fermi, se non ci sono ostacoli li andiamo a creare, così se per sbaglio siamo spensierati troviamo il modo di buttarci addosso la malinconia.

Resuscitiamo ricordi, li mettiamo dentro alla nostra quotidianità. Prendiamo tutto il male che ci hanno fatto e lo rimettiamo al servizio dei nostri debiti. Perché è così che ci sentiamo, costantemente in difetto con questa vita.

Siamo matematici, perfetti calcolatori.

Se tutto è andato bene, evidentemente qualcosa non ha funzionato.  – Dal vangelo secondo Murphy

Così me lo chiedo, ogni volta che vedo un sorriso accanto al mio. Quanto ci metteranno quelle maledette lacrime a prendere il suo posto? Quando arriverà il momento in cui sarò cancellato dalla sua rubrica? Quando smetteremo di pensarci come qualcosa di felice?

Qualcosa di brutto, arriva sempre.

Io voglio farmi trovare con un girasole in mano, per quando arriverà. Che magari poi ci sediamo a parlare in un bar, scopriamo che così brutto non è. Essere felici senza stare a pensarci, come se poi, fossi arrivati qui solo per distrarci.

Viverla così.

 

LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - Qualcosa di brutto

 


 

Hai voglia di andare a dormire con una nuova buona notte? Segui TheGiornale

 


 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Rab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *