La prima notte del giudizio: nascita di una tradizione americana

La saga horror la notte del giudizio giunge al quarto episodio. Il franchise più brutale di questi ultimi anni, come da tradizione, approda nelle sale cinematografiche il 4 luglio 2018, giorno dell’Indipendenza Americana, con un nuovo agghiacciante capitolo. La prima notte del giudizio, diretto da Gerard McMurray, sarà un prequel dei tre titoli precedenti, in cui verranno spiegate le origini della notte dello sfogo. Le dodici ore di puro terrore, come ripetuto dalla voce narrante, durante le quali, tutte le attività criminali, compreso l’omicidio, saranno legali.

 

la prima notte del giudizio: la nascita di una tradizione americana - TheGiornale.it

 

I sequel de La notte del giudizio

Il primo film della saga la notte del giudizio, uscito al cinema nel 2013, era ambientato nel 2022: un futuro dispotico, un’immaginario altamente indesiderabile, dove una notte all’anno, sarebbe stato concesso commettere qualsiasi crimine senza doverne pagare le conseguenze.

Protagonista dell’originale pellicola, una benestante famiglia che appoggiava il movimento dello sfogo, senza però prendervi parte. In poco tempo la casa dei protagonisti veniva messa sotto assedio da ragazzi mascherati e pieni di rabbia. Il pretesto dell’attacco? L’aver dato rifugio ad un uomo di colore in fuga che chiedeva disperatamente aiuto. Il figlio più giovane, mosso da commozione, aveva aperto alla preda dello sfogo la porta blindata.

Senza rendersene conto, aveva messo il padre, interpretato dall’attore Ethan Hawke, in seria difficoltà morale: gettare lo sconosciuto in pasto agli aguzzini, o condannare a morte la propria famiglia.

 

la prima notte del giudizio: la nascita di una tradizione americana - TheGiornale.it

 

Cosa accadde dopo “La prima notte del giudizio”

Anarchia – La notte del giudizio (film del 2014) raccontava le vicende di cinque malcapitati. Finiti in strada per motivazioni diverse, durante la notte dello sfogo avrebbero collaborato per vedere la luce del giorno seguente.

Il film, tra corse contro il tempo e imbrogliate scene di sangue, fece storcere un po’ il naso al pubblico, poiché ritenuto un po’ troppo pasticciato.

Al centro del terzo film, The Purge: Election Year  uscito nel 2016, troviamo come protagonista una figura politica. La senatrice Charlie Roan, scampata lei stessa allo sfogo, si prodiga in favore delle proteste dei cittadini contro la notte del giudizio. La senatrice Roancandidata alla presidenza, diventa un pericoloso ostacolo per i piani dei Nuovi Padri Fondatori. L’occasione per eliminare la rivale viene colta attraverso la notte del giudizio.

 


 

Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?

 


 

Charlie, insieme alla sua guardia del corpo, ricorrerà a tutte le sue forze per salvarsi la pelle. Election Year rimane la pellicola che ha riscosso più successo in assoluto. In poco tempo il film scalò infatti la classifica del box office, posizionandosi in prima posizione per settimane.

 

la prima notte del giudizio: la nascita di una tradizione americana - TheGiornale.it

 

L’eterna lotta tra ricchi e poveri continua sul grande schermo

L’obbiettivo degli autori è stato quello di rendere il più reale possibile, in maniera cruenta, le conseguenze delle spietate leggi di un capitalismo finanziario senza controllo. Ciò ha reso possibile la creazione di un futuro distopico, in cui ci auguriamo di non dover mai vivere. Attraverso il rituale dello sfogo si è riuscito però a dar forma alle lotte estreme tra ricchi e poveri, tra potenti e deboli. Il valore della vita, il prezzo di essa vengono determinati.

L’ex trilogia la notte del giudizio è stata una delle imprese di maggior profitto per la Blumhouse, ecco perché si è deciso di portare avanti il cruento fanchise .

 

la prima notte del giudizio: la nascita di una tradizione americana - TheGiornale.it

 

L’Independence Day non sarà mai più come lo ricordiamo

Il giorno dell’indipendenza dovrebbe essere una tradizione fortemente sentita dai cittadini. Da qualche tempo però in America il sogno si è tramutato in un incubo. Il prequel, La prima notte del giudizio, spiegherà come, in seguito a una difficile condizione economica e un tasso di criminalità arrivato alle stelle, la rabbia e la frustrazione dei cittadini americani abbia preso il sopravvento.

Secondo un nuovo partito di estrema destra salito al potere, i Nuovi Padri Fondatori, l’unica soluzione per riportare l’America alla sua grandezza, è testare e monitorare sull’isola di Staten Island, una teoria sociologica: lasciar sfogare l’aggressività farebbe bene ad ogni individuo.

Ma un esperimento su base violenta non può essere controllato. La furia degli uomini prenderà il sopravvento, la notte dell sfogo varcherà i confini della città diffondendosi in tutta la nazione.

 

Cominciata come una raggiante tradizione, la prima notte del giudizio, sarà per sempre  ricordata come una crudele rivoluzione. l’Independence Day si tramuterà in una disumana notte per i più deboli, mentre per i più violenti diventerà una ricorrenza da glorificare.

Le sanguinarie notti dello sfogo sono diventate un appuntamento immancabile al cinema e I Nuovi Padri Fondatori dell’America vi invitano a celebrare l’annuale Notte del Giudizio. Siete tutti calorosamente invitati al movimento che è cominciato come un semplice esperimento.

 


 

Sei un’amante del genere horror? Potrebbe interessarti il ritorno di Michael Myers

 


 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Marzia Marchese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *