I 10 singoli italiani più venduti negli anni 90

In una scatola ben nascosta in casa mia, tra un tamagotchi impolverato ed il primo album delle figurine dei Pokémon c’è un doppio cd contenente 32 tracce, FestivalBar 1999 compilation rossa. Ed è stata subito nostalgia, senso di vecchiaia e domande inutili ma al contempo necessarie. Perché hanno smesso di fare il FestivalBar? Chi lo conduceva quell’anno? Oppure, quali sono stati i 10 singoli italiani più venduti negli anni 90? 

 

FestivalBar 1999 compilation rossa - I 10 singoli italiani più venduti negli anni 90

 

Ci sono domande a cui non possiamo dare una risposta soddisfacente. Non vogliamo credere che abbiano smesso di mandare in onda il FestivalBar nel 2008 solo per motivi puramente economici e non saremo mai abbastanza grati ad Andrea Salvetti per questo fantastico show che ci ha fatti cantare per intere estati.

 

fiorello alessia marcuzzi festivalbar 1999

 

Se anche voi ve lo state chiedendo in questo momento, nel 1999 fu la coppia Fiorello, Alessia Marcuzzi a presentare l’ultimo FestivalBar del vecchio millennio ed il vincitore di quell’edizione fu Lorenzo Jovanotti.

 

 

Ora che abbiamo fatto questo primo tuffo nel passato, torniamo alla domanda iniziale che ci eravamo preposti.

Quali sono i 10 singoli italiani più venduti negli anni 90?

 

10 – Scrivimi di Nino Buonocore 

9 – Penso positivo di Lorenzo Jovanotti 

8 – Rapput di Claudio Bisio e Rocco Tanica 

7 – Se stiamo insieme di Cocciante

6 – Sotto questo sole di Bacci ed I ladri di biciclette 

5 – Il mio nome è mai più di Jovanotti, Ligabue e Pelù

4 – Vattene amore di Amedeo Minghi e Mietta 

3 – Perché lo fai di Marco Masini 

2 – Gli spari sopra di Vasco Rossi

1 – Un’estate italiana di Edoardo Bennato e Gianna Nannini 

 

 

Anche voi stupiti che non ci sia un brano degli 883 o di Alex Britti? Tanto belli quanto strani questi anni 90.

Secondo voi qual è la canzone che non dovrebbe mancare in questa classifica?

 


 

Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?

 


 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Gabriele Schettino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *