LA BUONA NOTTE di Rab – Questione di tempo

Questione di tempo 

Il tempo è sottile, congiunge e rompe. Mi è sempre stato simpatico il tempo se proprio lo vuoi sapere. Lui si fa i cazzi suoi, a prescindere da ciò che avviene, continua ad andare per la sua. Non se ne cura, non si fa fregio della propria importanza, quella che noi gli diamo. Ed alla fine, te l’hanno detto un sacco di volte, è solo questione di tempo.

Tipo, dopo una caduta dalla bicicletta. Se non monti subito nuovamente in sella dovrai combattere contro te stessa, contro il tempo che ti sussurra all’orecchio che avrai paura, che se non torni a pedalare ti sarai anche dimenticata come si fa.

Ed esempio, dopo un bacio, l’ultimo. Anche in quel caso è questione di tempo, perché il tuo cuore dovrà curarsi, e lo sanno tutti che il tempo è medico del cuore. Saranno le lancette a scandire il tuo imbrunire, il tuo appassire, ad andare a dettare i passi giusti da compiere prima di poter nuovamente unire le tue labbra ad un nuovo sorriso.

Il tempo se ne fotte, lui può. Noi, stolti che non siamo altro, il più delle volte ci giriamo dall’altra parte. Facciamo finta d’essere bravi come lui. Ci crediamo capaci d’andare avanti senza badare al suo esserci, invisibile. Lui è come pioggia, quella che non si vede ma si sente. Quella che picchia forte fin dentro le ossa ed obbliga a stare ricurvi, insegna a guardare per terra.

Ed io, spero che questo ticchettio possa non finire mai, possa accompagnarti a congiungere la tua mano con la mia, ogni sera, e di conseguenza ogni giorno ancora.

Perché si, alla fine è questione di tempo, così impariamo nuovamente ad abbattere ogni paura e tornare a farlo nostro, questo tempo.

Tu, il mio.

 

LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - Questione di tempo

 


Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?

 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Rab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *