G.O.B. – il ‘covo’ della musica indipendente

Sono quasi le 17 quando arrivo a Bicchio, zona industriale a pochi passi da Viareggio (LU). Precisamente mi trovo in mezzo a “La Lisca”, così è denominata una piccola area all’interno della quale si trovano depositi, magazzini e rimesse. Proprio una di queste, dal 2015, è diventata un circolo Arci dove quasi ogni sera va in scena la musica indipendente a livello internazionale. Entro e incontro Lorenzo, Alessandro e Nicola. Ci sediamo. Tra poco inizieranno a raccontarmi la storia del G.O.B (Ganz of Bicchio). 

G.O.B - Thegiornale.it

La nascita del G.O.B

Seduti davanti ad alcune birre, chiedo subito il motivo della scelta del nome. Mi spiegano che l’acronimo G.O.B sta per “Ganz of Bicchio” (che in viareggino si tradurrebbe in: I ganzi di Bicchio) e strizza l’occhio a Guns of Brixton dei Clash, non a caso sul muro adiacente la porta d’ingresso è raffigurato il frontman Joe Strummer, questo ci dà subito una prima idea della passione che i ragazzi del locale nutrono per la musica punk rock, post punk, stoner, new wave e i vari sotto generi degli anni ’70/’80.

 

G.O.B - Thegiornale.it

 

Infatti la storia del G.O.B è legata proprio a quegli anni, quando “La Lisca” era il centro nevralgico della musica underground viareggina. E’ in quel periodo che, in quell’ala della piccola zona industriale di Bicchio, si adibiscono dei vecchi depositi e rimesse a mo’ di sale prove. Addirittura – mi raccontano i ragazzi – una piccola sala prove si trovava all’interno di una falegnameria ancora in attività.

Il Ganz of Bicchio però ancora non esiste, dobbiamo aspettare il 2014, quando Alessandro si mette alla ricerca di un nuovo spazio dove poter suonare con la sua e con altre band.

Dove cercarlo se non nella “Lisca”? Ed è così che trova una specie di magazzino ormai abbandonato, pieno zeppo di cianfrusaglie di ogni tipo, che con l’aiuto di altri amici riesce a ripulire ed arredare con materiale homemade (per la regia sono stati utilizzati pezzi di un letto matrimoniale, il bancone era un vecchio tavolo di un negozio di scarpe e i teli rossi alle pareti provengono da un cinema porno).

Una volta data nuova vita alla sala, iniziarono ad organizzare le prime feste abusive che riscossero un discreto successo. Da lì, l’idea di mettersi in regola e di creare un vero circolo Arci con l’obiettivo di creare un luogo in cui si suona musica di qualsiasi genere e di ottima qualità. E’ il 2015. Ci siamo. Il Ganz of Bicchio è nato!

 


Hai già messo mi piace a TheGiornale.it?


 

Chi sono e come lavorano i ragazzi del G.O.B?

Il direttorio del circolo è composto da cinque persone: Alessandro Gabrielli, Lorenzo Dinelli, Nicola Simone Sawicki, Andrea Donati e Giacomo Cerri.

Ognuno di loro diventa un tuttofare, occupandosi delle questioni burocratiche, della programmazione e della direzione artistica. Di fianco a loro si muovono i cosiddetti “esterni” , che si prodigano nel ricercare nuove band attraverso i numerosi contatti con i promoter o entrando direttamente in contatto con le stesse.

In questi anni sono stati fatti più di 100 concerti, con artisti provenienti da tutto il mondo. Mano a mano che il locale cresceva, aumentava di gran lunga il numero delle richieste. Lorenzo mi dice che appunto la mail Booking G.O.B è spesso intasata e che quindi cercano sempre di far suonare più band possibili, ma con un occhio di riguardo alla validità dei progetti. 

 

G.O.B - Thegiornale.it

 

I concerti sono sempre strutturati in modo tale da avere una band headliner e un gruppo d’apertura, questi ultimi spesso e volentieri della zona, per dare spazio e mettere in luce band giovanissime e promettenti. Sono saliti sul palco in moltissimi. Tra i quali: Bob Nanna (voce e chitarra dei Breid e degli Hey Mercedes), Geoff Arina (Karate), Max Collini (Offlaga Disco Pax), La Rappresentate di Lista, Esterina e Maniaxxx.

 


Sei un appassionato di musica? Potrebbe piacerti anche: L’indie elettronico di Flavien Berger


 

In questi due anni di attività la crescita è stata evidente, così come la risposta del pubblico che partecipa sempre più numeroso ai molti eventi del circolo. L’obiettivo primario del G.O.B rimane quello di creare un movimento artistico e culturale, in cui la musica “sotterranea” possa crescere e alimentarsi.

 

G.O.B - Thegiornale.it

 

Per visitare la pagina Facebook del circolo : G.O.B – Ganz of Bicchio 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Tommaso Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *