Viet Vo Dao: Torino abbraccia una nuova arte marziale

Il Viet Vo Dao è un’arte marziale originaria del Vietnam, che nasce dall’esigenza dei contadini vietnamiti di difendersi dagli invasori.

Si differenzia dalle altre arti marziali proprio perché ha come obiettivo quello di proteggerso, senza ferire gravemente l’avversario e senza usare la canonica forza, bensì la velocità e l’energia interna ad ognuno di noi.

Nel Viet Vo Dao  la forza interiore può rompere le tavolette di legno.

È uno sport con una filosofia molto forte, basata sul principio di due forze: l’am e il duong, che rappresentano il positivo e il negativo, e si ritrovano in tutto.

Un praticante di Viet Vo Dao, chiamato Vo Shin, impara come prima cosa il rispetto, verso sé stesso, verso il luogo in cui si allena, verso i suoi maestri e verso l’avversario. Durante

viet vo dao

gli allenamenti si impara a cadere su qualunque superficie ci si trovi, senza farsi male. Questa tecnica è anche improntata ad un’altra necessità che purtroppo deve essere presa in considerazione: un’ aggressione. Si imparano tecniche di attacco e contrattacco; si lavora in coppia simulando ipotetici combattimenti, per imparare a difendersi da attacchi specifici.

Sono molto utilizzate anche le armi come la canna di bambù, la spada, il coltello e il long gian (strumento formato da due tubi di metallo collegati da una catena all’estremità). Questi sono gli storici strumenti che in passato erano a disposizione dei contadini e con i quali essi si difendevano. Per quanto riguarda le donne che praticano questa disciplina, a loro sono fornite per il combattimento, anche la sciabola e il ventaglio.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica  di Viet Vo Dao riconosce vari livelli di abilità: regionale, nazionale ed europeo. Le gare consistono nell’esibirsi secondo due settori: la forma, dove le tecniche vengono eseguite in sequenza e velocità; o la sfida durante cui la lotta è a mani nude (con delle protezioni).

Per passare di livello ogni anno bisogna dare un esame sia pratico che teorico.

Se siete rimasti “colpiti” dal Viet Vo Dao, potete passare nella palestra in Via Gramsci a Pino, dove solo il mercoledì dalle 20.30 alle 21.30, è previsto un corso gratuito di difesa personale femminile aperto alle donne di tutte le età.

 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Federica Testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *