23 Luglio 2024 20:34
LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it

Noi siamo quelli

Noi siamo quelli, sbagliati, fatti male.

Quelli che si dicono le bugie, ma solo a fin di bene.

Siamo quelli che poi cadono e non chiedono aiuto, diciamo in giro che è tutto a posto.

Siamo fatti di silenzi, puzzle fatti di pezzi, non riusciamo ad amare se abbiamo troppo da rischiare.

Noi siamo quelli, ci vedrai sotto la pioggia a baciarci forte, ci vedrai cadere e prendere storte, ci noterai distratti sorridere.

Perché siamo fatti di questo:

Strade che non riusciamo a calpestare.

Corse sul tapis roulant.

Strappi sui collant.

Noi siamo quelli che nessuno ci avrebbe mai scommesso.

Siamo quelli che amano senza chiedere il permesso.

Fatti di sogni, fatti di bisogni, che si trasformano in incubi, scogli.

Siamo come d’autunno, se qualcuno ci guarda dentro restiamo nudi, alberi spogli.

Ci hanno detto che dovevamo essere, senza specificare cosa. Ci hanno dato consigli, sapendo già che non avremmo ascoltato.

Ci hanno preso in giro, quella volta che la vita ci aveva già sfottuto.

Ci hanno detto che “avremmo potuto”.

E forse dovevamo solo chiedere aiuto, per essere ciò che s’aspettavano che fossimo. Perché alla fine non siamo nulla, senza amore intendo, senza dolore dico, senza le tue labbra sulle mie.

E forse non ha senso, nulla, s’intende. Perché non lo sappiamo fare, quello stare bene con gli altri senza avere paura. Senza dover scappare.

E forse c’hanno rubato il coraggio. Forse ti chiamerò di notte, piangendo, dicendoti che non era un miraggio.

Quel nostro stare insieme che avevamo disegnato.

Perché noi siamo quelli, tutto ciò che avevamo desiderato.

LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - Noi siamo quelli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *