Intervista agli Smooke Out, il gruppo rap di Torino

Vi presentiamo sul TheGiornale.it gli Smooke Out: un gruppo rap torinese, in attivo dal 2008 ma che molti di voi hanno già il piacere di conoscere.

 

 

smooke out - torino

” Questo progetto di collaborazione nasce da una conoscenza di lunga data con Enea, membro del gruppo, ex compagno di banco dei tempi delle superiori, dove entrambi cercavamo di sopravvivere come adolescenti senza arte ne parte.

Contando che siamo alla soglia dei 30 entrambi, di strada ne abbiamo fatta, crescendo personalmente ed artisticamente.”

Quindi signori, sono fiera di presentarvi oggi gli Smooke Out.

Gli Smoke Out sono un gruppo formato dai due fratelli di sangue Ribero, Enea Jonathan (in arte Dottor Think) e Riccardo Sacha (in arte Tokayo); crescono frequentando diversi studi di registrazione,  diverse realtà musicali sul territorio piemontese, e con il tempo prende vita il loro fantastico progetto.

Negli ultimi anni hanno partecipato all’apertura di concerti di vari artisti, tra i quali: Bassi Maestro, Rancore, Dj Mike, Barracruda, Er Costa, Willy Peyote, Funk Shui, Maury B, Vecchi Bastardi, Kiave, Kiffa, Claver Gold e, ultimo ma decisamente non ultimo, Clementino.

A Giugno è uscito il nuovo Mixtape dal nome “PostOrganico”.

Gli Smooke Out: cerchiamo ora di conoscere meglio Enea e Riccardo

 

smooke out musica torino

Prima di tutto, benvenuti ragazzi; iniziamo da una domanda scontata. Come nasce la vostra passione per la musica?

Ciao a tutti e grazie per l’ invito. La musica per noi è un’ innata necessità di esprimersi impiegando il tempo in maniera costruttiva e creativa.

Quando avete realizzato che da una semplice passione, tutto questo sarebbe potuto diventare realmente un lavoro?

La nostra passione ci ha permesso di avere costanza nel tempo, maturando la nostra arte.

Questo ci ha portato a capire di avere una grande opportunità.

Come vi siete sentiti quando avete realizzato di essere realmente nel panorama musicale, aprendo concerti di artisti come Willy Peyote e Clementino?

E’ una sensazione appagante ed emozionante, sopratutto perché sono artisti che ascoltiamo.

La possibilità di confrontarsi con la realtà di quel genere, ti cambia.

Uno dei concerti che ricordiamo più volentieri è quello che abbiamo fatto il 5 agosto 2016; abbiamo aperto il live di Bassi Maestro e, al momento del suo ultimo pezzo in scaletta, a nostra insaputa, ci ha fatto i complimenti.

Quali sono gli artisti che hanno influenzato e che influenzano attualmente il vostro percorso? E, ripensando agli inizi, direste di essere cambiati?

Ci ispiriamo un pò a tutto: hip hop, jazz, funky, blues, raggae, musica leggera nuova e anche vecchia, strumentale e digitale, italiana e straniera, da Neffa a Ray Charles, da Pino Daniele a Kendrick Lamar.

Sicuramente artisti come Natty Dub e Dj Koma ci hanno permesso, attraverso le loro strumentali, di partorire un lavoro più consapevole e, finalmente ufficiale, “L’ Orizzonte degli Eventi”.

Parlateci un pò ora del vostro tour, dei vostri progetti in partenza e di quelli futuri.

Abbiamo aperto date in Piemonte e fuori, a Claver Goldi il 16 Giugno ed è in uscita in nostro ultimo mixtape “PostOrganico”, presentato in anteprima al CSA MURAZZI.

Abbiamo svariati progetti in futuro, collaborazioni importanti ma, sveleremo qualcosa in più molto presto.

Seguiteci sulla pagina e sul tubo per rimanere informati, Peace.

Grazie per la disponibilità ragazzi.

Questi, sono gli Smooke Out, se non li conoscevate è stato un onore presentarveli.

Tante cose belle ragazzi, tanta fortuna a voi!

Peace (ene, ti ho fregato il saluto, perdoname).

smooke out

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Stefania Grieco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *