LA BUONA NOTTE di Rab – Farla tua

Farla tua 

– “Hai presente quando vuoi una cosa e fai di tutto per averla? Io quando ti vedo penso questo… devi essere mia!”

– “Si, ma le persone non sono cose.”

E resti fermo a pensare, a cercare qualcosa di maledettamente bello da dirle.

Certe volte siamo convinti di dire qualcosa che tolga le parole alla persona che abbiamo davanti ma finisce che restiamo senza fiato noi.

Sciocchi che non siamo altro, ingenui.

Come si può pensare di possedere qualcuno?

Con quale coraggio ad oggi si guarda qualcuno dritto in fondo agli occhi e gli si dice sottovoce “ehi tu, sei mia…“?

Ad oggi non si possono possedere neanche i pensieri che albergano nelle nostre teste, figuriamoci i cuori altrui.

Oggi, qui, dove vengono venduti sentimenti e frasi fatte.

Come si può pensare di poter far proprio il sentimento altrui?

La realtà, quella triste aggiungerei, è che fa paura in maniera disumana pensare d’essere di qualcuno.

Siamo diventati come smartphone che dopo un paio d’anni al massimo sono da cambiare, capite?

Così ci hanno insegnato ad affezionarci alle persone, non a legarci, legarsi è pericolo. Ci hanno convinti che è più maturo essere volti al cambiamento che non alla stabilità.

Allora permettetemi di fermami un attimo, in questa dispersione d’equilibrio, datemi due occhi in cui appendermi, datemi un cuore da poter possedere o uno stralcio di cielo che si faccia abitare da nuvole che ho disegnato solo io.

Se non vi è di troppo disturbo, concedetemi questo stralcio di stabilità e vi farò vedere come tutti voi, che siete più ingenui di me, in realtà non state volando, ma siete già caduti.

Ma io non sarò così egoista, non vi chiamerò serpenti solo perché vi vedrò strisciare… alla peggio, vi porgerò un pezzo di quel “mio” che tanto vi spaventa.

Quel mio, che con un po’ di coraggio è capace di mutare in noi.

Quel noi che ha una forza tremenda, capace di spazzare via ogni paura.

“E se riuscirai a farla tua, quella propensione al possedere, quella voglia di condividere, quella voglia di averla viva dentro te, capirai cosa prova un aquilone quando vola. Capirai cosa si sente a non avere paura di cadere. Saprai anche tu, cosa significhi davvero vivere appieno la vita.”

LA BUONA NOTTE di Rab - TheGiornale.it - farla tua

 

 

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Rab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *