Pranzi da scrivania: quando, come e perchè.

I pranzi da scrivania sono ormai un’abitudine per chi lavora costantemente al computer. Giornate intere fissi davanti allo schermo e poi per il pranzo? Neanche il tempo di alzarsi e cucinare qualcosa di sano.

 

TheGiornale.it - pranzi da scrivania

I pranzi da scrivania accompagnano le pause pranzo di molte persone.

Immaginiamo una tipica giornata lavorativa. Coloro che sono costretti al computer per gran parte della giornata capiranno la difficoltà di trovare del tempo per preparare un piatto che non riguardi le tipiche “schifezze” da distributore automatico. Il”desk cooking” è un termine usato per definire il prepararsi il pasto direttamente alla scrivania. In questo modo, anche il momento della pausa può essere reso meno statico.

Ma facciamo un passo indietro per capire com’è nata questa pratica. Pranzare in ufficio, con magari poco tempo a disposizione, spinge molti di noi ad accontentarsi degli spuntini confezionati. Poco impegnative e veloci da consumare, queste alternative sono purtroppo molto sfruttate. In questo ovviamente si va a sacrificare una dieta sana e varia in cambio di qualcosa che allo stesso tempo neanche riesce a saziare chi lo assume.

A questo proposito è molto meglio perdere dieci minuti in più la mattina ma assicurarsi una pausa pranzo che associ gusto e ingredienti sani.

TheGiornale.it - pranzi da scrivania

I pranzi alla scrivania possono essere a favore del nostro benessere quando vengono studiati nella preparazione.

Sicuramente barcamenarsi ogni giorno tra ristoranti, mense e bar di diverso genere diventa un sistema molto costoso. Una soluzione molto più cheap è la lunch box: un’abitudine che raccoglie sempre maggiori consensi, sia per ragioni economiche sia per ragioni salutistiche. Oggi sul posto di lavoro si vuole pranzare in maniera variata, gustosa e salutare. Non stiamo pensando a preparazioni complesse ma a sandwich sfiziosi, insalate, creme e tante altre preparazioni in tazza che si cuociono in pochi minuti.

Dedicarsi alla cucina da scrivania significa decidere di prendere del tempo per sé stessi; staccarsi completamente da i problemi e dalle tematiche della giornata lavorativa. Una sorta di stretching per la mente.

L’idea è quella di usare ricette facili e veloci. Alcune potete trovarle tra gli articoli della rubrica filosofia di cucina.

Un esempio classico di sano, fresco e divertente da preparare può essere la Bowl (dolce e salata).

Commenta questo post

Autore dell'articolo: Federica Testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *