Backpacking: come preparare uno zaino per un viaggio avventura

Questo articolo è dedicato a chi ama viaggiare, per chi ha spirito d’avventura e vuole provare l’ebbrezza di scoprire il mondo con lo zaino in spalla.

Per noi donne è sempre un trauma preparare la valigia, figuriamoci uno zaino da 60 litri! Ma oggi vi svelerò​ qualche trucco per organizzare la biancheria portando l’indispensabile!

La scelta dello zaino

Se dovete ancora comprare uno zaino da viaggio, non badate a spese e cercate qualcosa di tecnico: il peso si sente sulle spalle e prenderne uno di scarsa qualità rischia di crearci problemi fisici durante il viaggio. I litri giusti per noi donne si aggirano sui 60-65 massimo. Senza puntare alla marca più cara, potete tranquillamente accontentarvi, come primo acquisto, di uno zaino della Quechua: sono di qualità e i prezzi sono accessibili.

Cosa mettere

Questo è lo step che più ci mette in difficoltà! Fate un’iniziale selezione dei vestiti da portare: ricordatevi che se siete alle prese con un viaggio avventura è inutile portarsi dietro l’intero armadio, basta il minimo indispensabile.

Intimo: come dice Rebecca Bloomwood nel libro I love shopping, “l’intimo è un diritto umano inalienabile” e per questo la biancheria intima dev’essere al primo posto della nostra lista.

Costumi da bagno: non portatevi dietro tutto il negozio di Calzedonia, ve ne basteranno 2 massimo 3. I costumi si lavano e si asciugano in un nano secondo.

Abbigliamento: se la vostra destinazione è il mare, shots, canotte, vestiti e pantaloni comodi saranno la vostra prima scelta e, soprattutto, occupano poco spazio.

Il secondo step è organizzare queste cose in buste di plastica, piegando bene i capi rendendoli poco ingombranti e dividendoli per utilizzo: busta per il mare, per il giorno e per la sera, in modo da avere tutto organizzato e facilmente raggiungibile nei meandri dello zaino!

Scarpe: so perfettamente quanto sia difficile scegliere le scarpe da portarsi in vacanza e so anche che sceglierne soltanto due (massimo tre) è un’impresa apparentemente impossibile. Fidatevi, in una vacanza avventura vi serviranno delle sneakers per essere comode durante i tour, dei sandali da sera e delle infradito da spiaggia (che poi alla fine utilizzerete in tutte le occasioni).

Bagno: prodotti per capelli, piastre e creme di vario genere, lasciatele a casa e portate solo una spazzola e atri prodotti che volete a tutti costi con voi; ricordatevi che esistono supermarket nel mondo e queste cose potete tranquillamente comprarle una volta arrivati a destinazione. L’unica cosa che merita un posto assicurato all’interno dello zaino sono le creme solari: se siete diretti ai tropici o in altre location calde, le creme (di qualità) sono obbligatorie. Gli eritemi solari sono all’ordine del giorno: non facciamoci rovinare l’estate e l’abbronzatura.

Tecnologia: se siete amanti della fotografia e del video making, dovrete sicuramente caricarvi sulle spalle tutta l’attrezzatura utile e i vari carica batterie e gadget per immortalare il vostro viaggio. Forse sono le cose che più vi peseranno sulle spalle: vi pentirete e maledirete il giorno che avete deciso di portarvi dietro tutto, ma fidatevi che quando tornerete vivrete di ricordi e le foto e i video sono indispensabili per farvi ricordare le avventure e i posti meravigliosi che avete visto con i vostri occhi, ma che la vostra memoria, per forza di cose, ha quasi dimenticato.

 

Zaino avventura

Come organizzare

Il terzo è ultimo step è dedicato al carico dello zaino e l’organizzazione all’interno. Il primo trucco è mettere al fondo le cose più pesanti in modo da bilanciare il peso sulla schiena. Nello scomparto principale mettete tutto l’abbigliamento che avete ordinatamente piegato all’interno delle buste, telo mare (ovviamente in microfibra) e scarpe. Nelle varie tasche organizzate i gadget per far funzionare i vostri apparecchi tecnologici e i prodotti per il bagno. Per trasportare Reflex e GoPro, consiglio di portare un secondo zaino di dimensioni piccole, tipo Eastpack.

Ora, con lo zaino carico possiamo partire per la nostra avventura!

Se volete crearvi da soli un’avventura, vi potrà sicuramente interessare anche l’articolo su come organizzare un viaggio “Fai da te”.

Buon Viaggio.

Commenta questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This